Attualità Vittoria 07/05/2014 00:04 Notizia letta: 4836 volte

Scudi levati contro soppressione polizia postale e polstrada

A rischio chiusura
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-05-2014/scudi-levati-contro-soppressione-polizia-postale-e-polstrada-500.jpg

Vittoria -  Continua la mobilitazione per salvare il distaccamento della Polizia Stradale di Vittoria e la sede della Polizia Postale di Ragusa. La Consulta dei Presidenti dei Consigli Comunali ha infatti scelto di fare proprie le considerazioni esposte nella mozione presentata dal presidente del Consiglio Comunale di Vittoria, Salvatore Di Falco, contro la chiusura del Distaccamento della Polizia Stradale di Vittoria. La mozione, più in generale, riguarda il riordino di tutte le forze di Polizia su tutto il territorio nazionale e coinvolge, ovviamente, anche i  Comuni del territorio di Ragusa.

“Non riteniamo negoziabile- dichiara il presidente della Consulta, Giovanni Iacono - la riduzione dei presidi di sicurezza e la tutela dei Cittadini ed in tale direzione è inaccettabile anche qualsiasi ipotesi di ridimensionamento o eliminazione dell’importantissimo ruolo svolto dalla Polizia Postale in modo particolare per i reati vie web e informatici. Si tratta di due realtà della Polizia di Stato che si sono, tra l’altro distinte, per un lavoro straordinario considerata la ridottissima dotazione organica (8 il distaccamento di Polizia stradale a Vittoria e 2 la Polizia Postale a Ragusa). La Consulta sosterrà con determinazione la mobilitazione ed effettuerà tutte le iniziative formali nei confronti del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro dell’Interno e dei Parlamentari Nazionali per impedire il ridimensionamento delle Forze dell’Ordine rispetto agli attuali assetti e presìdi”.

La questione era stata sollevata, già nei mesi scorsi, dal Siulp provinciale, il sindacato di categoria dei poliziotti, il quale aveva spiegato come “i tagli proposti dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza sono giustificati dalla necessità di reperire fondi a discapito dei cittadini, che nello specifico andrebbero a perdere due uffici di Polizia che rappresentano da sempre il fiore all'occhiello delle specialità: il Distaccamento della Polizia Stradale di Vittoria e la Sezione della Polizia Postale di Ragusa”. Secondo il sindacato, inoltre, “con un semplice calcolo, si è dimostrato che entrambi gli uffici non costano nulla e che pertanto la loro chiusura comporterebbe un risparmio uguale a zero. I costi di gestione del Distaccamento Polstrada sono infatti rappresentati esclusivamente dal canone d'affitto dell'immobile per cui anche dopo l'eventuale chiusura continuerebbero a gravare sull'economia del Dipartimento visto che l'immobile dove l'ufficio ha sede è lo stesso  del Commissariato di Vittoria ed il contratto di locazione comprende l'intero stabile. A quanto sembra, inoltre, risulta impossibile effettuare la modifica contrattuale, unica strada per giungere ad un eventuale risparmio. La Sezione della Polizia Postale, invece, non solo risulta ubicata nei locali dell'ufficio postale, e pertanto a costo zero, ma le spese di gestione (cancelleria e altro) risultano irrisorie e comunque sempre e totalmente a carico delle Poste Italiane e non del Dipartimento di Polizia. L'unico modo per risparmiare, chiudendo questi due uffici, sarebbe licenziare i poliziotti che vi prestano servizio ma, facendo i dovuti scongiuri, a questo punto ancora non ci si è arrivati”. Il Siulp, tra l'altro, aveva anche incontrato il Prefetto di Ragusa per segnalare la stranezza di questi tagli. Lo stesso rappresentante del Governo si era mostrato molto sensibile al problema, confermando di voler rappresentare al Dipartimento le specifiche esigenze territoriali che rendono necessari alcuni presidi.

Nadia D'Amato
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif