Giudiziaria Ispica

Individuati i truffatori dell’anziano di Ispica

Sono due messinesi

Ispica -  Individuati dai carabinieri di Ispica due dei tre truffatori che lo scorso gennaio riuscirono ad abbindolare un anziano ispicese, facendosi consegnare 6mila euro. Si tratta di due messinesi: il 55enne E.S., originario di Roccalumera, e il 53enne G.C. di Messina, per i quali è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo della dimora nella loro città.

I due avevano agito insieme con una terza complice, una giovane donna che ancora non è stata individuata. Il suo ruolo è stato fondamentale. A lei il compito, infatti, di riuscire ad acquisire credibilità agli occhi della vittima. È stata proprio la donna, come attestarono le immagini della videocamera di sorveglianza dell’istituto Unicredit di Ispica, dove l’anziano 77enne R.S. prelevò la cifra da consegnare al terzetto, ad accompagnare l’uomo in banca per accertarsi del prelievo.

L’anziano era stato convinto che l’importo di 6mila euro servisse a sbloccare un’eredità di 100mila euro. Quando, però, entrò in un tabacchi per acquistare delle marche da bollo necessarie, secondo lui, all’operazione di sblocco dell’eredità, il terzetto si dileguò. All’anziano, resosi conto del raggiro, non restò altro che telefonare al figlio, che si rivolse ai carabinieri. Furono avviate le indagini, che hanno portato all’individuazione di due truffatori. 

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif