Attualità Vittoria 22/05/2014 21:29 Notizia letta: 2077 volte

Fare verde contro la gestione della villa comunale

Voluta dal sindaco
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-05-2014/1400786985-fare-verde-contro-la-gestione-della-villa-comunale.jpg&size=667x500c0

Vittoria - Non piace alle associazioni “Fare Verde” e “Vittoria...delle finestre rotte” la proposta del Sindaco che vorrebbe affidare la Villa Comunale agli ambientalisti.

“Il Sindaco- scrive Fare Verde- attribuisce alle scarse risorse a disposizione il limite dell'ente nell'ottemperare ai propri doveri. Cosa risaputa anche da noi ambientalisti, ma sottolineiamo come nella nostra città la cassa pubblica sia sempre al collasso quando si parla di salvaguardia del territorio e del verde. Noi, come Associazione, non possiamo cogliere questo discutibile invito. La nostra funzione non è quella di sostituirci nei ruoli che  spettano a chi governa la città, ma è e sarà esclusivamente quella di fare cultura ambientale; il nostro ruolo è quello di sottolineare ogni situazione che presenti  criticità e superficialità gestionali che possano compromettere il benessere della popolazione vittoriese e dell’ambiente. Le nostre iniziative tendono a sottolineare l’oggettivo stato di degrado ambientale in cui versa Vittoria, non attaccare Caio o Tizio.  Siamo solo cittadini volontari che credono nel bene comune e continueremo a dare spunti di riflessione, suggerimenti ed indicazioni chiare a chi governa. In quest'ottica le sue dimissioni sarebbero un atto di dignità e di cuore per la nostra città, ma non siamo ingenui quindi non ci aspettiamo nulla del genere,purtroppo. Nulla le impedisce comunque di organizzare, insieme alle associazioni, una o più giornate di sensibilizzazione e pulizia simbolica”.

Anche per “Vittoria... delle finestre rotte” sarebbe meglio non confondere i ruoli. “Signor Sindaco, ci trova d'accordo sulla possibilità di studiare nuove forme di collaborazione e saremmo anche pronti ad incontrarla per studiare un protocollo di intesa finalizzato ad una maggiore valorizzazione della Villa comunale, tuttavia a ciascuno il suo ruolo: l'ordinaria manutenzione e gestione della villa non possono essere affidati ad una squadra di volontari nei ritagli di tempo; lo svolgimento sistematico e costante delle opere di manutenzione non può che essere svolto da personale dedicato allo scopo. Se poi il soggetto preposto non riesce a curare bene il verde pubblico della città, lo sollevi da tale incarico. Facciamo peraltro presente che lo stato di abbandono della villa non deriva semplicemente da una non adeguata pulizia, ma anche e soprattutto dalle cattive abitudini di una parte della cittadinanza che sporca e dalla totale mancanza di vigilanza”. 

Nadia D'Amato
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif