Attualità Modica 26/05/2014 19:11 Notizia letta: 3023 volte

Modica vuole fare il verso a Taormina

Originalità al potere
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-05-2014/1401124266-modica-vuole-fare-il-verso-a-taormina.jpg&size=1263x500c0

Modica -  Si chiama TAMO ed è un progetto che accomuna la storia, la tradizione e la ricchezza culturale, turistica ed enogastronomica di due territori: quello di Taormina e Modica.

L’accordo è stato sottoscritto, in un protocollo d’intesa, tra il Sindaco di Taormina, Eligio Giardina, e quello di Modica, Ignazio Abbate.

Il progetto che consta di cinque articoli si pone obiettivi multipli ( iniziative culturali a rete, interscambio di flussi turistici sulla scorta di percorsi ben definiti) che trovano leva in comuni denominatori che sono i grandi eventi legati al teatro, al cinema, all’enogastronomia, ai monumenti e alle bellezze del territorio.

E’ un brand che va costruito e riempito di contenuti. Simona Celi, direttore artistico della sezione Teatro del festival internazionale Taormina Arte e consulente per la cultura e turismo del sindaco di Modica, è stato il centro motore di questa iniziativa ponendo le basi per uno sviluppo integrato dei due territori che avranno il loro battesimo ad Expò 2015 il prossimo anno a Milano.

“Taormina e Modica, sottolinea la Celi, hanno molte aree comuni su cui sviluppare un progetto turistico di respiro internazionale. Si può fare mettendo in rete eventi di grande spessore artistico determinando scambi di flussi turistici tra i due centri e non solo. Sarebbe interessante costruire un percorso che da Taormina e Modica porti sino a Malta e viceversa. Sui progetti c’è la possibilità, da sfruttare, per avere finanziamenti della Unione europea. Ciò determinerà non solo sviluppo, ma anche occasione di occupazione”.

Il logo di Tamo e i progetti saranno presentati nel corso di una conferenza stampa che sarà organizzata a Palermo, mentre a Taormina si terrà un incontro tra le forze produttive dei due territori con le istituzioni per rendere nota lo spirito di questa iniziativa comune. Taormina e Modica hanno storicamente punti comuni; i grandi viaggiatori, soprattutto inglesi, partivano dalla perla dello Jonio per transitare a Noto e quindi giungevano a Modica. per lo storico Giuseppe Barone “sarebbe interessante promuovere una mostra che dimostri tutto questo, considerato che il materiale non manca. Ci sono tanti fili di storia comuni che bisogna solo mettere insieme”.

“Penso che l’accordo siglato questo pomeriggio a Modica potrà portare a risultati eclatanti, ammette il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, perché sono convinto della bontà dei progetti che sono innovativi e molti interessanti dal punto di vista degli obiettivi che si propone”.

Il consorzio del cioccolato artigianale di Modica ha confezionato un incarto speciale per l’occasione e che sancisce questo evento. Il sindaco, Giardina, ha poi visitato alcuni siti come Cava Ispica, l’auditorium “Pietro Floridia”, il Teatro Garibaldi, e l’ex caserma dei carabinieri con l’annesso convento di Piazza Matteotti.

“C’è un grandissimo lavoro dietro questa idea e questo progetto, commenta il sindaco di Modica, Abbate, e ho subito condiviso lo spirito che lo sorregge. Quest’asse Modica- Taormina è un atto di buona programmazione che necessità di un’adeguata organizzazione che avremo modo di mettere a punto in stretta collaborazione. L’obiettivo è quello di far crescere il flusso turistico valorizzando due territori che possiedono caratteristiche singolari e di grande bellezza.”

Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti oltre i due sindaci, il vice sindaco di Taormina, Ivan Gioia, Simona Celi, gli assessori Rita Floridia e alla Cultura, Orazio Di Giacomo, Giuseppe Barone, presidente della Fondazione “Giovan Pietro Grimaldi”, Nino Scivoletto, presidente del CTCM, Francesco Frasca Polara e Daniele Cilia del Consorzio degli operatori turistici della Città e il consigliere comunale Piero Covato.

Redazione