Cronaca Vittoria 26/05/2014 16:31 Notizia letta: 2580 volte

Movida, un arresto tra Vittoria e Scoglitti

Gaetano Tonghi
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-05-2014/1401114719-movida-un-arresto-tra-vittoria-e-scoglitti.jpg&size=700x500c0

Vittoria - Nel weekend delle elezioni, i Carabinieri della Compagnia di Vittoria hanno proseguito l’intensificazione dei controlli nell’ambito dell’operazione “Movida Sicura” appositamente predisposta con il fine di garantire l’ordinato e sicuro svolgimento del weekend. A tal proposito i controlli si sono concentrati per le vie del centro maggiormente frequentate dai giovani, nonché nella frazione rivierasca di Scoglitti. Nello specifico, nel corso dei servizi, sono state impiegate 15 pattuglie e 30 uomini tra venerdì sera e domenica sera, con l’effettuazione di numerosi posti di controllo nelle varie zone delle città con contestuali perquisizioni veicolari e domiciliari tese alla ricerca di droga e armi, con l’utilizzo altresì dell’etilometro per contrastare l’utilizzo dei mezzi in stato di ebbrezza.

Nel corso dei servizi, i militari della Compagnia di Vittoria hanno tratto in arresto:

- Tonghi Gaetano, vittoriese cl. 82, ivi residente, separato, nullafacente, pluripregiudicato, in atto sottoposto alla “Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza”,

poiché veniva sorpreso alla guida del proprio motociclo “Kwang Jang”, sprovvisto di patente di guida in quanto revocata dalla Prefettura di Ragusa in data 12 giugno 2006, tentando altresì di darsi alla fuga nella campagne circostanti, ove veniva raggiunto poco dopo dai militari operanti al termine di un breve inseguimento.

A seguito della sua condotta, il Tonghi è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria iblea davanti la quale dovrà rispondere del reato di violazione degli obblighi impostigli dalla misura di prevenzione cui era sottoposto e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Inoltre, medesimi militari hanno deferito in stato di libertà:

· S.A. tunisino cl. 85, senza fissa dimora, celibe, disoccupato, pregiudicato, poiché minacciava di morte, impugnando una mannaia, il proprio connazionale cl. 86, domiciliato ad Acate, coniugato, disoccupato, pregiudicato;

· I.F. rumeno cl. 79, residente ad Acate, coniugato, bracciante agricolo e B.C., rumeno cl. 86, domiciliato ad Acate, celibe, disoccupato, incensurato, poiché venivano sorpresi alla guida del ciclomotore malaguti F12, oggetto di furto denunciato il 09 set 2013 presso la Stazione CC di Santa Croce Camerina, il quale veniva restituito al legittimo proprietario; inoltre I.F. risultava essere privo della patente di guida perche’ mai conseguita;

· B.G., rumeno cl. 80, residente ad Acate, celibe, disoccupato, pregiudicato, poiché veniva sorpreso alla guida del ciclomotore kymco 50, sprovvisto della copertura assicurativa, privo della patente di guida perche’ mai conseguita;

· S.Z., tunisino cl. 94, domiciliato ad Acate, celibe, bracciante agricolo, pregiudicato, poiché veniva sorpreso alla guida di un ciclomotore, sprovvisto della targa e della copertura assicurativa, privo della patente perché mai conseguita; inoltre corso perquisizione personale veniva trovato in possesso di una stecchetta di sostanza stupefacente del tipo “hashish” per complessivi gr. 0,5, per cui veniva segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Ragusa, sostanza sottoposta in sequestro;

· B.M., comisano cl. 93, residente ad Acate, celibe, disoccupato, incensurato, poiché seguito perquisizione domiciliare veniva trovato in possesso di gr. 32,5 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, un bilancino di precisione, un taglierino e un coltello con le lame intrise della medesima sostanza, nonché nr. 6 cartucce cal. 12, il tutto sottoposto in sequestro.

Gli stessi dovranno rispondere ognuno per la parte di competenza dei reati di minaccia grave, ricettazione in concorso, danneggiamento e detenzione abusiva di munizioni, porto di armi od oggetti atti ad offendere, guida senza patente e mancanza copertura assicurativa, detenzione ai fini di spaccio e per uso personale di sostanze stupefacenti.

La sostanza stupefacente rinvenuta è stata posta sotto sequestro ed inviato al Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Asp 7 di Ragusa per le analisi tossicologiche di rito.

Complessivamente, nel corso del servizio sono state:

- ritirate nr. 2 patenti;

- elevate nr. 7 contravvenzioni al Codice della Strada;

- decurtati nr. 5 punti dalle patenti di guida.

Redazione