Cronaca Giarratana 31/05/2014 13:14 Notizia letta: 8232 volte

Salvatore Cultrera, spunta l’ombra di un debito

E’ scappato a Frigintini?
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/31-05-2014/1401534880-salvatore-cultrera-spunta-l-ombra-di-un-debito.jpg&size=825x500c0

Giarratana - Giarratana. Il suo letto è rimasto ancora vuoto. Salvatore Cultrera non ha fatto rientro a Giarratana e nulla, almeno al momento, sembra purtroppo presagire un suo ritorno a casa. I volontari, così come le forze dell’ordine, lavorano in maniera incessante per ritrovare il ventiduenne. Si distribuisce la sua foto segnaletica soprattutto a Frigintini, l’unico posto dove sembrerebbe essere stato avvistato.

Le ricerche continuano sul campo con l’ausilio delle unità cinofile della Protezione Civile e delle gazzelle dei Carabinieri e volanti della Polizia di Stato che hanno diramato la foto agli operatori addetti al controllo del territorio in tutta Italia, alla cittadinanza, stazioni di treni, aerei, porti e negli ospedali. Polizia di Stato e Carabinieri indagano senza sosta. Dagli elementi fino ad ora raccolti pare che il ragazzo avesse un debito ma nessuno degli amici comprende il perché della scomparsa. Salvatore venerdì scorso ha salutato i familiari prima di uscire da casa alle 21 circa per raggiungere gli amici in centro, appuntamento al quale non si è mai presentato. Gli investigatori delle due forze di polizia coordinate dalla Procura di Ragusa diretta dal dottor Carmelo Petralia che ha affidato le indagini al sostituto procuratore Gaetano Scollo hanno ascoltato ininterrottamente familiari, amici e residenti nel piccolo centro montano per capire cosa possa essere successo. Gli investigatori hanno potuto appurare, grazie alle testimonianze degli amici (inizialmente reticenti ed impauriti) che il giovane Cultrera aveva dato appuntamento a tutti, come d’abitudine, in centro per le 21.30, ma lui nel contempo aveva fissato un appuntamento con un altro soggetto a Ragusa negli stessi orari e già questa incongruenza, non chiarita da nessuno fino ad oggi ascoltato, ha creato diverse difficoltà nella ricostruzione dei fatti. Pare che Salvatore prima di uscire da casa fosse particolarmente agitato, ma nessuno ha capito il perché, neanche gli amici ad eccezione di questo debito confessato a pochi. La comitiva lo aspettava in piazza ma non ha dato peso al fatto che non si fosse presentato. La preoccupazione è nata la mattina seguente. Il giovane guadagnava poche centinaia di euro al mese dalla sua attività di falegname ma è anche vero che da 15 giorni non andava più a lavoro accampando scuse al titolare ed omettendo di dirlo ai genitori. Tutte le persone convocate hanno riferito che a parer loro Salvatore non può aver compiuto un insano gesto. Certo è, che qualsiasi cosa possa aver spinto Salvatore ad allontanarsi, avendo le forze dell’ordine esaminato ogni possibile sviluppo investigativo, non vedrà per il ragazzo conseguenze negative nel caso di un suo rientro. Fondamentale per Polizia e Carabinieri è che il giovane possa tornare dalla famiglia avendo contezza del fatto che nulla di grave è accaduto e che tutto potrà essere risolto nel migliore dei modi sia per Salvatore che per tutti i suoi amici.

Alessia Cataudella
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg