Cronaca Comiso 06/06/2014 17:32 Notizia letta: 3479 volte

Dj picchiato e sequestrato da due tunisini

La videosorveglianza li ha incastrati
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/06-06-2014/1402068735-dj-picchiato-e-sequestrato.jpg&size=642x500c0

Comiso - La videosorveglianza e l'impianto gps dell'auto della vittima potrebbero averli fregati. 

Un giovane DJ  è stato aggredito ieri poco prima della mezzanotte in via della Resistenza a Comiso da due tenusini.

Una telecamera di videosorveglianza ha ripreso la scena a insaputa dei protagonisti. 

Il ragazzo aveva accostato con la sua auto per acquistare un pacchetto si sigarette nell'automatico di una tabaccheria quando è stato avvicinato da due  tunisini che  gli hanno puntato contro un coltello.

Lo hanno costretto a partire e lo hanno derubato del telefonino, di un costoso orologio da polso,  della carta di credito e  dei documenti. E’ stato anche fatto scendere e poi picchiato con calci, pugni e bastoni 

La vittima è stata sequestrata per quattro ore e poi portata in giro per  Pedalino, Comiso, Acate e Roccazzo. Qui si sono fermati per prelevare delle sigarette dove, però, sono stati immortalati dalle telecamere.

Poco dopo il tunisino, alla guida dell’auto della vittima, ha imboccato una strada di campagna senza illuminazione e senza uscita ed è andato a retromarcia per più di 2 km a 100 km orari. L’auto è andata a sbattere contro i muri a secco, facendo attivare il satellitare, il GPS, dal quale una voce chiedeva se il proprietario avesse bisogno di soccorso.
A quel punto il dj si è salvato perché i due migranti sono scappati per paura di essere intercettati.
La vittima è andata subito in ospedale per farsi medicare. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif