Attualità Comiso 08/06/2014 19:27 Notizia letta: 2475 volte

Il Comitato pro tribunale di Modica ha incontrato il Ministro

Orlando, alla Giustizia
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2014/il-comitato-pro-tribunale-di-modica-ha-incontrato-il-ministro-500.jpg

Comiso - L’intitolazione dell’aeroporto di Comiso a Pio La Torre, presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, ha fornito al Comitato “Pro Tribunale” l’occasione di interloquire con il responsabile di via Arenula sulla possibilità dell’utilizzo del Palazzo di Giustizia di Modica a servizio del Tribunale.
La delegazione (Avv. Enzo Galazzo, Sen. Concetto Scivoletto, Avv. Carmelo Scarso) ha ribadito le richieste del Comitato finalizzate a migliorare l’efficienza della giustizia ed il risparmio di spesa, valorizzando la nuovissima struttura inaugurata appena nove anni fa con l’impiego di oltre dieci milioni di euro. L’Avv. Galazzo ha sottolineato, tra l’altro, come tale utilizzo consentirebbe il decongestionamento dell’attività giudiziaria, in atto concentrata a Ragusa, minori costi per gli utenti e la realizzazione di una giustizia di prossimità più rapida ed efficace.
Il Presidente della Regione Rosario Crocetta, presente all’incontro, ha confermato la sua disponibilità a farsi carico delle spese di gestione del presidio e ad appostarle in bilancio in occasione della manovra finanziaria che sarà discussa nel corso del corrente mese di giugno.
Il Ministro, preso atto, si è detto pronto alla stipula della convenzione con la Regione appena questa avrà adottato i suoi provvedimenti, e a consentire l’utilizzo del palazzo di giustizia di Modica, con le modalità riservate al Presidente del Tribunale.
La delegazione è stata sostenuta nelle sue richieste dalla Senatrice Venerina Padua, dal Senatore Giuseppe Lumia e dai deputati regionali Orazio Ragusa e Nello Dipasquale. Un impegno per il raggiungimento degli enunciati obiettivi è stato infine richiesto all’On.le Pippo Di Giacomo, Presidente della Commissione regionale Sanità, che l’ha assicurato.
Si confida, a questo punto, che ciascuno degli attori in campo assolva ai suoi impegni nel breve tempo che rimane a disposizione, per scongiurare un paradosso se non proprio un delitto.

Redazione