Attualità Modica 10/06/2014 13:28 Notizia letta: 4604 volte

Chiude il ponte Guerrieri. La viabilità alternativa

Dal 16 giugno
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-06-2014/1402399713-chiude-il-ponte-guerrieri-la-viabilita-alternativa.jpg&size=1462x500c0

Modica - Il nuovo piano di viabilità della città conseguente alla chiusura, a far data da lunedì 16 giugno p.v., del Viadotto Guerrieri per lavori di manutenzione straordinaria – importo di 900mila euro per un ATI di imprese Pierro e Edilfalco- della durata, preventivata, in novanta giorni è stato illustrato, questa mattina, a Palazzo San Domenico.

Nella conferenza stampa alla quale hanno partecipato, il Sindaco, Ignazio Abbate, il suo vice e assessore ai LL.PP., Giorgio Linguanti, l’assessore alla viabilità, Pietro Lorefice, il comandante della Polizia Locale, dr. Giuseppe Pediglieri, l’ing. Domenico Renda, responsabile esecutivo Anas della Sicilia orientale nonché Rup dei lavori del viadotto, il geom. Giuseppe Pistritto capo area dell’ Anas, sono state date le coordinate delle decisioni più importanti nel merito della viabilità cittadina, del territorio e dei lavori sul viadotto.

La logica del piano è stata illustrata dal comandante Pediglieri che ha spiegato la scelta di sensi unici ( in allegato le tavole del piano del traffico) e quella di evitare quanto più possibile le intersezioni.

Il traffico dei mezzi sino a 3,5 tonnellate seguirà le vie ordinarie transitando nell’area urbana, così come gli autobus di linea per uso pubblico e i mezzi sino a 7,5 tonnellate solo per carico e scarico merci. I pullman turistici si fermeranno e sosteranno in Piazza Falcone Borsellino.

E’ stato precisato che il traffico cittadino sarà monitorato quotidianamente, per cui se si renderà necessaria una variazione in corso d’opera sarà fatta con tempestività.

Sarà aperta la bretella di collegamento laterale (terminale Viale della Costituzione con il bivio Pozzallo – Modica – ss 194- ) che porta allo slargo del polisportivo della Caitina, ciò al fine di snellire il traffico di ingresso nel quartiere Sacro Cuore.

I mezzi pesanti superiori a 3,5 tonnellate, ha spiegato il geom. Pistritto, seguiranno un percorso già deciso dall’Anas : per quelli provenienti da Catania e devono proseguire verso Siracusa, dovranno percorrere la Ragusa – Marina di Ragusa e transitare lungo il litorale sino ad Ispica per proseguire verso Rosolini e quindi entrare in autostrada. Per quelli provenienti da Siracusa la stessa soluzione ma con percorso inverso.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif

Cartelloni indicheranno i percorsi obbligati per tali tipi di mezzi.

L’ing. Domenico Renda ha  poi illustrato il percorso delle opere e quindi la procedura che sarà seguita per la realizzazione dei lavori.

Sarà effettuato un recupero conservativo della struttura con interventi nella travi e nelle solette e la ricostruzione delle corsie laterali con nuovi guarda - rail e il rifacimento totale delle rete di protezione.

Si opererà con due passerelle protette che si muoveranno su binari che cinteranno il viadotto e saranno attive sugli estremi del ponte sino a ricongiungersi al centro della struttura: questo consentirà di abbreviare i tempi di intervento.

“Sento il dovere in questa sede, ha dichiarato l’ing. Renda, di ringraziare l’ufficio tecnico del Comune con il quale abbiano lavorato in stretta sinergia nella fase di preparazione dell’opera che prevede un intervento standardizzato e quindi non dovrebbero verificarsi sorprese nella fase di avanzamento dei lavori”.

L’amministrazione attiverà un piano di comunicazione per informare gli automobilisti delle variazioni di percorso attraverso informazione che sarà dispiegata attraverso TV e social network.

“Abbiamo, di concerto con l’Anas, studiato e deciso il periodo per effettuare i lavori, commenta il Sindaco, Abbate, cioè con le scuole chiuse e quindi con traffico limitato.

Nel centro storico abbiano deciso di lasciare il parcheggio in Corso Umberto, che è a senso unico a salire, al fine di non penalizzare i commercianti.

Chiedo agli automobilistici e ai cittadini di pazientare sugli eventuali disagi. I lavori nel viadotto si sono resi necessari e urgenti a beneficio soprattutto della sicurezza della viabilità e dei benefici che ne trae il traffico cittadino”.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif