Appuntamenti Ragusa 11/06/2014 15:54 Notizia letta: 1270 volte

Il Borghese e Gentiluomo il 13 e il 15 giugno in teatro

Con Bisegna e Bonaccorso
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-06-2014/1402494858-il-borghese-e-gentiluomo-il-13-e-il-15-giugno-in-teatro.jpg&size=522x500c0

Ragusa - Sarà “Il Borghese e Gentiluomo” lo spettacolo conclusivo del Laboratorio Adulti 2013/2014 della Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa, giunto al sesto anno.

Dopo il successo riscontrato lo scorso week-end con i giovanissimi del laboratorio Junior in “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare, è la volta adesso dei grandi, che andranno in scena al Cine Teatro Lumière di Ragusa, venerdì 13 giugno ore 21 e domenica 15 giugno ore 19, con una delle più divertenti satire di Moliere. Adattamento dell’opera e costumi sono di Federica Bisegna, le scene e la regia sono a cura di Vittorio Bonaccorso. Protagonisti dello spettacolo 15 scatenati e bravissimi attori, Jessica Anzalone, Giuseppe Arezzi, Salvatore Cabibbo, Giuseppe Di Paola, Emiliano Failla, Angelo Fiorile, Simone Gatto, Giulia Guastella, Ivan Licitra, Aurelia Lo Presti, Serena Menicucci, Francesco Piccitto, Anita Pomario, Maria Grazia Tavano, Gessica Trama.

Il doppio appuntamento conclude il laboratorio teatrale adulti 2013/2014 della Compagnia G.o.D.o.T. Uno spettacolo di fine corso che diventa un’entusiasmante e coinvolgente rappresentazione teatrale.

«Affrontare questo capolavoro con un gruppo di allievi, tra i quali alcuni alla loro prima esperienza sul palcoscenico, è di per sé una sfida – spiega il regista Vittorio Bonaccorso -. Al tempo stesso, però, è una scelta dovuta. Prima di tutto perché in questi 6 anni i nostri allievi si sono sempre confrontati con autori importanti, sia da un punto di vista teorico, attraverso le lezioni, gli stage e i seminari di approfondimento, sia da un punto di vista pratico, con i numerosi spettacoli prodotti con i testi dei più importanti drammaturghi; poi perché all’interno di questa stagione abbiamo organizzato uno stage sulla comicità tenuto da Enrico Guarneri, incentrato proprio sullo studio di alcuni dei personaggi più famosi delle opere di Moliére. La famosissima opera-balletto “Le Bourgeois gentilhomme” musicata da Jean Baptiste Lully, resta uno dei più straordinari esempi di satira del costume. La parodia, indirizzata espressamente a Luigi XIV, è anche una caricatura della società di allora – e di tutti i tempi: poveri e ricchi sono accomunati dalle medesime debolezze quando si tratta di sentimenti, e si comportano nello stesso identico modo quando si tratta di far prevalere i propri interessi». L’adattamento di Federica Bisegna ha tenuto conto delle innumerevoli difficoltà cui gli allievi, soprattutto quelli alle prime armi, andavano incontro, semplificando il testo, annullando alcuni personaggi minori e sdoppiandone altri. Nella messa in scena, Vittorio Bonaccorso ho cercato di restare quanto più fedele possibile alla struttura dell'opera, costruendo attorno ad un allampanato clown bianco-Jourdain tanti Augusto che si fanno beffa di lui, in un rapporto che ricorda il circo e, perché no, anche l'avanspettacolo. Il costo dell’ingresso è di € 8. Info e prenotazioni: 339.3234452 - 338.4920769 - info@compagniagodot.it - www.compagniagodot.it

Redazione