Attualità Ragusa 11/06/2014 12:46 Notizia letta: 6263 volte

Il Comune di Ragusa: A Randello si demolisca!

Sospensione dei lavori e ripristino dei luoghi
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-06-2014/il-comune-di-ragusa-a-randello-si-demolisca-500.jpg

Ragusa - E’ stata firmata stamani dal dirigente del IV Settore del comune di Ragusa l’ordinanza riguardante l’installazione, avviata nei giorni scorsi, sulla spiaggia di Contrada Randello di una platea in legno con relative travi e pannelli.  Il provvedimento dispone la sospensione immediata dei lavori ed il ripristino dello stato dei luoghi entro 15 giorni, nelle modalità da concertare con gli uffici competenti.
Nell’ordinanza, che sarà pubblicata nell’albo pretorio Comunale e nell’apposita sezione del sito istituzionale dell’Ente, è inoltre specificato che, in caso di mancato adempimento, trascorso il termine sopracitato di 15 giorni, si procederà in via sostitutiva all’esecuzione d’ufficio delle opere necessarie, con rivalsa delle spese sostenute a carico dei trasgressori.

Sonia Migliore: Il Comune sarà chiamato ai danni

Sonia Migliore, consigliere comunale e portavoce in Consiglio del Laboratorio politico culturale 2.0, lo scorso 9 giugno, ha presentato un ordine del giorno sulla “Concessione edilizia alla Società Donnafugata Golf Resort per l'utlizzo privato della libera spiaggia di Randello”.
La consigliera Migliore ammonisce l'Amministrazione Piccitto a non rilasciare alcuna autorizzazione alla società suddetta per l'utilizzo privato della spiaggia di Randello. “Il sindaco deve tutelare – dichiara Sonia Migliore – la spiaggia di Randello, per il presente e per il futuro, in quanto quella spiaggia è un sito di interesse comunitario (Sic) ed è classificata come Zona 3 del Piano Paesaggistico (cioè di tutela assoluta). Inoltre, il sindaco deve fare tutto ciò che è in suo potere per bloccare i lavori e deve denunciare, alle autorità competenti, l'abuso edilizio perpetrato ai danni di una spiaggia incontaminata, libera e di inestimabile bellezza”.
“L'amministrazione deve uscire allo scoperto e difendere il nostro territorio senza se e senza ma – continua la Migliore – non si nasconda, perciò, dietro un piano spiagge inesistente (non è stato ancora approvato) o dietro un parere di massima positivo, il sindaco deve rispettare le leggi e tutelare il nostro patrimonio paesaggistico e naturalistico. Il Donnafugata Golf Resort ha iniziato i lavori non solo perché ha avuto il nullaosta da parte della Sovrintendenza e dall'Azienda Forestale, ma anche perché forte di quel parere tecnico favorevole che il Comune ha rilasciato inspiegabilmente. A questo punto qualsiasi marcia indietro dell'Amministrazione darà il là ad un contenzioso con la multinazionale spagnola lungo e dispendiosissimo. E' più che probabile, infatti, che il Comune verrà citato per danni”. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif