Attualità Ragusa 11/06/2014 09:55 Notizia letta: 2610 volte

Presentato il libro l’Oro d’Italia

All’ex convento dei cappuccini
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-06-2014/presentato-il-libro-loro-ditalia-500.jpg

Ragusa -  L’Oro d’Italia di Claudio Cerasuolo di Claudio Cerasuolo presentato domenica 8 Giugno a Ragusa Ibla nell’ex Convento dei Cappuccini, ora sede della Accademia Enogastronomica del Mediterraneo.

Ha introdotto e moderato  i lavori Nino Scivoletto Direttore del Consorzio Cioccolato di Modica che ha voluto esporre al numeroso e qualificato pubblico presente le ragioni che lo hanno indotto a presentare l’ultimo lavoro di Cerasuolo.

“Nel viaggio meraviglioso attraverso quell’Italia che produce uno degli attrattori turistici più significativi: l’enogastronomia Cerasuolo  si è imbattuto negli iblei portandosi dietro un ricordo poco entusiasta del Cioccolato di Modica, era necessario tentare, operazione riuscita, di fargli cambiare idea”

Sono seguiti gli interventi della Prof.ssa Rosalba Panvini Soprintendente ai BB.CC.AA. di Ragusa  che  si è soffermata sulle note paesaggistiche che connotano il forte legame tra cibo e territorio, sostenendo l’importanza delle cucine regionali come segno identitario da tutelare attivamente, soprattutto nell’area iblea, palinsesto storico ed enogastronomico, restituito sapientemente dall’autore.

Il Direttore Culturale del Consorzio ,Grazia Dormiente ha sottolineato :” Il valore della convivialità non solo rappresenta un ricco ambito cui Claudio Cerasuolo concede ampio respiro, ma coinvolge il patrimonio enogastronomico raccolto e narrato con la complicità dei tanti Virgilio portati dal caso, dalla serendipità, ma anche sollecitati da una catena familiare, che concorre ad arricchire il viaggio nel viaggio filtrato da sorprendenti soste, qualificate da quella passione umana che nel dialogo tra natura e cultura ritesse linguaggi, simboli, bellezza e bontà”

E’ stata poi la volta di Peppe Barone, chef e padrone di casa nella qualità di Direttore della Scuola di enogastronomia che ha evidenziato l’importanza del cibo, come bene culturale, soprattutto con riferimento alla dettagliata e apprezzata ricerca condotta dall’autore nel suo triennale peregrinare per l’Italia. Un manuale, ha aggiunto, da leggere e su cui riflettere, poiché l’originale raccolta di ricette regionali ci restituisce la ricchezza culinaria del nostro Paese. Un invito alla tavola dei sapori che la Nosco saprà certamente valorizzare.

Infine l’Accademico della Cucina , delegato di Ragusa, Vittorio Sartorio: ha messo in luce i percorsi di ricerca sulla cultura alimentare, espressione non solo d’identità ma anche di quella creatività, che ci fa riconoscere italiani. Ha elogiato l’opera di Claudio Cerasuolo, condividendone l’invito ai lettori: “Contenere la passione politica che in Italia si è espressa nel passato anche nella punta dei campanili……una passione politica che continua a lacerare il Paese.  E un consiglio: meglio dedicarsi alla difesa del patrimonio artistico, archeologico, turistico ..enogastronomico che il mondo ci invidia.”

Infine l’autore ha ringraziato il Consorzio, i tanti personaggi descritti nel suo viaggio in terra Iblea, molti dei quali presenti , e fra questi Nino Cannata di Frigintini, produttore di olio che cerasuolo ha voluto al suo fianco per un intervento.

Ringraziamenti speciali al fotografo Roberto Scivoletto autore della foto di copertina del libro: un ulivo secolare della terra di Frigintini.

La degustazione finale con arancini di Osteria dei Sapori Perduti (descritti nel libro) e cioccolato di Modica delle Aziende del Consorzio :Antica Dolceria Rizza,Caffè dell’Arte,Casalindolci e Di Lorenzo,che hanno prodotto barrette con incarto dedicato all’evento  offerte in dono a tutti i partecipanti. Immancabili i vini e il Moscato di Noto di Rudinì.

 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg