Attualità Santa Croce Camerina

Spiagge e strade delle borgate camarinesi diversamente trattate


Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.ragusanews.com/home/site_new/admin/libs/functions.php on line 623
La spiaggia di Casuzze

Santa Croce Camerina - Una delegazione di cittadini, la gran parte ragusani ma anche forestieri, proprietari di case che occupano durante il periodo estivo a Casuzze, frazione di Santa Croce Camerina, ha incontrato nella mattina di venerdì l’amministrazione della cittadina camarinese.

Assente il sindaco Franca Iurato (pare per un disguido con la segreteria), ad accogliere la delegazione è stato l’assessore Domenico Aprile, che ha dovuto affrontare la esasperazione dei residenti, seppure solo per tre mesi, di Casuzze, che per loro è la frazione “dimenticata”. La gestione, o meglio la non gestione delle spiagge (una delle quali, la celebre “spiaggia piccola” è del tutto scomparsa, ma in questo nessun addebito si può muovere all’amministrazione cittadina di Santa Croce quanto invece alla costruzione del grande porto turistico di Marina di Ragusa), il decoro urbano della frazione, caratterizzata certamente da un diffuso abusivismo dei privati ma anche da una marcata dimenticanza amministrativa riguardo i cestini per i rifiuti, la bitumazione delle strade ed altri problemi minori, sono stati riferiti dalla delegazione all’amministratore. L’assessore Aprile, da parte sua, s’è dimostrato profondo conoscitore di Casuzze e dei problemi annessi ad una gestione, da lui stesso definita problematica per la presenza di oltre quarantamila presenze, durante i tre mesi estivi, lungo la fascia costiera di competenza di Santa Croce Camerina.

Il delegato del sindaco Iurato ai lavori pubblici e all’urbanistica, ha riferito alcune buone notizie, a cominciare dall’appalto, già finanziato, per la costrizione di un “pennello a mare” per il ripascimento della spiaggia “grande” di Casuzze, ma altrettante negativamente accolte dalla delegazione di “casuzzari”. Per esempio, le difficoltà a provvedere nelle spiagge anche solo allo sgombero delle alghe in putrefazione o alla sistemazione dei cestini portarifiuti, alle passarelle in legno e alle docce, quantomeno per il corrente mese di giugno.

La delegazione di residenti ha quindi accolto le dichiarazioni di interesse fornite dall’assessore Aprile, impegnando lo stesso amministrazione ad un prossimo incontro per la necessaria verifica degli impegni presi.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif