Sanità Modica 25/06/2014 10:05 Notizia letta: 3645 volte

Scicli-Modica riuniti, il lodo Bonomo

Una proposta
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-06-2014/scicli-modica-riuniti-il-lodo-bonomo-500.jpg

Modica - “Un ospedale nuovo fra i territori di Modica e Scicli”. Innovativa la proposta del direttore sanitario dell’ospedale Maggiore, dott. Piero Bonomo. Malgrado l’apparenza, l’idea infatti, se concretata, secondo il direttore sanitario garantirebbe un miglior servizio al cittadino e a costi inferiori rispetto a quelli attuali.
Com’è possibile? “Cercare di rimodernare le strutture che già ci sono e che risultano datate nel tempo è assai dispendioso e in termini di risultato non è certo la stessa cosa di avere un presidio sanitario nuovo e moderno – dice il dott. Bonomo -. Con una nuova struttura si risparmierebbe sulla gestione, fermo restando che costa di più intervenire nei diversi settori in cui è necessario, reperendo cifre talvolta assai consistenti, anziché costruire ex novo l’ospedale”.
Che dire a favore di questa proposta? “Per recuperare delle cifre non indifferenti, si potrebbe pensare a una sorta di do ut des con qualche imprenditore. Avrebbe per sé una struttura molto grande come il Maggiore, allogata in una zona centrale della città, e quindi appetibile. In cambio dovrebbe consegnare il nuovo nosocomio”.
Quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere il nuovo complesso ospedaliero? “Innanzitutto, non è cosa da poco conto il fatto che sarebbe costruito utilizzando le nuove tecniche e metodologie costruttive. Sarebbe più piccolo, compatto e funzionale, non intaccando, ovviamente, il numero di posti letto e di servizi se non per potenziali, se possibile. Questo vuole dire un minore dispendio di energie anche del personale operante, che avrebbe tutto l’occorrente a portata di mano, a beneficio dei pazienti. Sarebbe dotato di macchinari e tecnologie all’avanguardia. Non mancherebbero ampi parcheggi. Tutto questo a un costo minore rispetto a una ristrutturazione, che costa molto e produce poco in termini di ottimizzazione. Visti i materiali usati, infine, la gestione richiederebbe una spesa più bassa rispetto a quella attuale, a cominciare dall’energia elettrica, dalle manutenzioni e dallo stesso personale”.
Intanto è stata redatta la bozza del nuovo Piano ospedaliero emanato dalla Regione siciliana per quanto riguarda l’ospedale Maggiore di. Ci sono progetti in itinere, altri in cerca di reperimento fondi e alcune opere sono già state realizzate.
A parte il fatto che alcune decisioni fanno a botte con i progetti esecutivi in itinere che riguardano l’ospedale Maggiore, così com’è stato rappresentato alla VI Commissione all’Ars per quanto concerne, ad esempio, la decisione nel nuovo Piano ospedaliero di spostare la Psichiatria dal Busacca di Scicli al Maggiore di Modica - cosa che richiederebbe una modifica dei progetti esecutivi in itinere riguardanti il Pronto soccorso e il reparto di Cardiologia del nosocomio modicano - adesso c’è anche la proposta alternativa lanciata dal direttore sanitario dott. Bonomo di costruire un nuovo ospedale. E chissà che non faccia riflettere qualcuno.
 

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg