Attualità Modica 27/06/2014 09:50 Notizia letta: 2043 volte

Le discariche abusive a Zappulla

Un petroliferare
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2014/le-discariche-abusive-a-zappulla-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2014/1403855574-1-le-discariche-abusive-a-zappulla.jpg&size=667x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2014/le-discariche-abusive-a-zappulla-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2014/1403855574-1-le-discariche-abusive-a-zappulla.jpg

Modica - “Basta con l’inciviltà”. È l’appello di alcuni cittadini, che non tollerano più la presenza di discariche abusive sul territorio e di abbandono dei rifiuti accanto ai cassonetti dell’immondizia fino a invadere la carreggiata. Le lamentele riguardano diverse zone del territorio, dalla periferia alle frazioni, non tralasciando anche alcune zone centrali della parte nuova della città. Contrada Zappulla, via Sorda Sampieri, contrada Torre Rodosta non sono che esempi di aree in cui sorgono discariche ai margini dei cassonetti per i rifiuti solidi urbani. Vi è deposto di tutto, compresi materiali che andrebbero smaltiti a parte, tra cui parecchi ingombranti per i quali si dovrebbe attendere il ritiro da parte della ditta specializzata e autorizzata al servizio.
“Non se ne può più. È una questione di civiltà – dicono alcuni cittadini –. Ci troviamo ad assistere, ad esempio, a un fenomeno di malcostume consistente nel lancio dei rifiuti in via Sorda Sampieri. Non ci si spreca neppure a fermare l’auto e a gettare i sacchi di immondizia negli appositi contenitori. Ormai vengono lanciati e non sempre, come è facile comprendere, si riesce a fare centro. E dire – prosegue un residente nella vecchia Modica-mare – che i cassonetti sono allogati in un’area che permette il parcheggio. Manca la cultura del rispetto del territorio e con esso di chi vi abita”.
Anche un residente di contrada Zappulla lamenta la presenza costante di rifiuti ai bordi della carreggiata, vicino ai cassonetti della spazzatura. “C’è di tutto, persino porte e finestre. Ogni tanto ecco spuntare fuori dei materassi tanto vecchi che mi viene anche il dubbio che dei privati cittadini possano ancora possederli e che se ne disfacciano tutti nello stesso momento”.
Non bisogna dimenticare che la bonifica del territorio è assai costosa e incombe sulle tasche di tutti i cittadini. Per questo motivo si sta cercando di incentivare la raccolta differenziata dei materiali, che permette non solo il riciclo e dunque un risparmio in termini di impatto ambientale, quanto un minor costo del servizio di nettezza urbana. Questo servizio, infatti, è uno dei pochi coperto al 100% dalle tasche dei contribuenti. L’importo finale è inversamente proporzionale alla percentuale di differenziata. Meno rifiuti arriveranno in discarica, infatti, e dunque maggiore saranno quelli avviati al riciclo, e minore sarà il costo del servizio. Di recente sono stati installati a Modica degli Eco point che serviranno alla differenziata. Si tratta del progetto Garby, presente in città con sette postazioni per la raccolta di bottiglie in Pet, lattine in alluminio e flaconi in Hdpe e Pp.

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg