Sport Marina di Ragusa 01/07/2014 09:41 Notizia letta: 3475 volte

Trofeo Boroli, vince Allegra 2

Timonata da Franco Civello
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/01-07-2014/1404200553-0-trofeo-boroli-vince-allegra-2.jpg&size=785x500c0

Ragusa - “Allegra 2”, armata e timonata da Franco Civello, si è aggiudicata la terza edizione del trofeo challenge “Achille Boroli” che, durante lo scorso fine settimana, ha animato lo specchio d’acqua antistante il porto turistico di Marina di Ragusa.

L’imbarcazione del Circolo Velico Scirocco ha avuto la meglio sugli avversari mettendo in evidenza la propria superiorità già nel corso delle tre prove (due il sabato caratterizzate da uno splendido vento, una soltanto la domenica con condizioni meteo-marine appena sufficienti per regatare) che hanno caratterizzato la ormai tradizionale kermesse sportiva. Il secondo posto della regata gran crociera è andato all’imbarcazione “Next” dell’armatore Gianluca Galanti di Siracusa, timonata dalla stesso. L’evento, organizzato dal comitato dei circoli velici iblei (il circolo velico Scirocco, il club nautico Scoglitti, il circolo velico Kaucana, il Marsa A’ Rillah Y.C.), ha fatto registrare la presenza di un numero maggiore di imbarcazioni rispetto allo scorso anno, segno che la manifestazione continua ad acquisire ulteriore peso specifico. Alla stessa, inoltre, è stata abbinata la prima edizione dell’“Iblea cup”, una competizione open che già dal primo anno ha messo in luce le proprie peculiarità. A vincere, in questo caso, è stata l’imbarcazione “Prodigio” dell’armatore Claudio Parisi, timonata da Nitto Rosso. Al secondo posto in classifica “Magica Dea” dell’armatore Giovanni Boroli, timonata da Enrico Civello e con un equipaggio formato da giovani under 18 del Cvs, nota che merita assoluto rilievo. Infine, sul gradino più basso del podio dell’Iblea cup è salita l’imbarcazione “Maya” di Pasquale Rovetto, armatore e timoniere. Da segnalare anche la presenza di tre imbarcazioni maltesi che hanno fornito all’evento quel pizzico di internazionalità in più che non guasta mai. Gli organizzatori si dicono pienamente soddisfatti per la riuscita della manifestazione. Così tanto che già si è cominciato a parlare della quarta edizione nel corso di un meeting, tenutosi domenica scorsa, e che ha visto seduti attorno allo stesso tavolo Giovanni Boroli, il quale ha riconfermato il proprio impegno a sostegno della kermesse, i rappresentanti del comitato dei circoli velici iblei e del Royal yachting club di Malta oltre al neodirettore del porto turistico di Marina di Ragusa Giulio Stanzione. “Ci sono tutte le carte in regola – affermano i rappresentanti del comitato del circoli velici iblei – affinché si possa puntare a qualcosa di importante. Ed è soprattutto fondamentale che la pianificazione possa avvenire già da ora. Il che significa che, con molta probabilità, oltre al Boroli, nell’estate 2015 riusciremo a mettere in scaletta qualche altro evento velistico di notevole spessore. Ma è ancora, con tutta evidenza, troppo presto per parlarne. Intanto, però, prendiamo atto dell’intenzione che lascia assolutamente ben sperare tutte le parti in causa”. Il 3° trofeo “Achille Boroli” challenge, le cui imbarcazioni sono state fotografate da Luciano Giannone, è stato assegnato al primo assoluto in classifica overall Gran crociera Orc (international o club). Il trofeo resta di proprietà della fondazione Boroli e consegnato previo impegno a restituirlo a semplice richiesta del comitato organizzatore. Una circostanza che rende il riconoscimento ancora più prestigioso. La premiazione della regata con rinfresco si è tenuta nei rinnovati locali della compagnia del porto Marsa A’ Rillah. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet www.marina-sailing.it

Redazione