Cronaca Bulgaria 12/07/2014 09:47 Notizia letta: 5798 volte

Sequestro lampo per ristoratore modicano Giuseppe Turlà

Ha subito un'estorsione
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-07-2014/1405151277-0-sequestro-lampo-per-risotoratore-modicano-giuseppe-turla.jpg&size=500x500c0

Sofia, Bulgaria - Ristoratore 34enne, Giuseppe Turlà gestisce un locale a Sòfia, insieme alla fidanzata, una giovane del posto, da circa sette anni. 

Da qualche tempo l’imprenditore avrebbe subito richieste estorsive e minacce proprio legate alla sua attività di ristoratore.

Giuseppe aveva deciso di denunciare i fatti alla polizia.

Qualche sera fa, mentre stava facendo rientro a casa insieme alla compagna, nei pressi dell’abitazione hanno trovato ad attenderli un’auto dalla quale sono scese cinque persone che li hanno prima bloccati con la forza e poi picchiati. Quindi hanno caricato a bordo Turlà, lasciando sul selciato dolorante e insanguinata la giovane bulgara, che, dopo alcuni minuti, ha chiamato le forze dell’ordine.

Sono scattate immediate le ricerche fino a quando la polizia è riuscita a individuare il luogo dove era tenuto sequestrato Giuseppe Turlà da una ventina di ore.

L’irruzione degli agenti è andata a buon fine perché sono riusciti ad arrestare i sequestratori e a liberare l’imprenditore di Modica. I parenti sperano in un rientro del loro congiunto in Italia per poterlo riabbracciare dopo questa brutta avventura conclusasi per fortuna senza danni ma le autorità bulgare, al momento, non intendono farlo partire, almeno fino a quando non sarà celebrato il processo contro l’organizzazione criminale.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg