Attualità Ragusa 17/07/2014 11:45 Notizia letta: 4076 volte

Strisce blu di Ragusa a ditta di Portici

Col 47 per cento di rialzo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-07-2014/1405590370-0-strisce-blu-di-ragusa-a-ditta-di-portici.jpg&size=667x500c0

Ragusa - “Abbiamo scoperto che il Comune di Ragusa, dopo mesi e mesi di attesa, ha finalmente aggiudicato la gara per l’affidamento in concessione del servizio di gestione, mediante l’utilizzo di parcometri, di aree pubbliche destinate al parcheggio a pagamento, senza oneri di custodia. Finisce l’era dell’Apcoa e per 24 mesi il servizio sarà condotto dalla Tmp di Portici, in provincia di Napoli”.

E’ quanto rileva il presidente dell’associazione “Ragusa in movimento”, Mario Chiavola, che, anche in qualità di rappresentante del laboratorio politico 2.0, sta seguendo con molta attenzione l’evolversi di una vicenda che riguarda da vicino tutti gli operatori impiegati da tempo nel suddetto servizio.

“Si tratta di decine di persone – aggiunge Chiavola – che sono legittimamente preoccupate per il loro futuro. La nuova ditta li assorbirà in blocco? Tutti ci auguriamo che la risposta possa essere positiva. Sull’importo complessivo stimato della concessione pari a 2.491.148,80 euro, oltre all’Iva, di cui 719.761,98 riservati al costo del personale, somme non soggette a variazioni, è stato presentato un rialzo pari al 47,10% che, dopo le valutazioni del caso, è stato ritenuto congruo dalla commissione di gara, oltre ad essere il più conveniente tra quello proposto dalle quattro ditte partecipanti alla gara. Vorremmo comprendere in che modo la nuova ditta avrà l’opportunità di operare nonostante l’entità del rialzo che costringe ad assicurare un numero maggiore di introiti. Ci dicano, inoltre, se saranno mantenuti gli attuali livelli occupazionali e in che modo il Comune di Ragusa pensa di controllare l’azione della nuova ditta considerato l’eccessivo rialzo che sembra essere stato presentato, circostanza che preoccupa, e non poco, gli addetti ai lavori. A noi, infatti, risulta che nel 2011 790 stalli hanno fruttato circa 600mila euro, nel 2012 gli stessi stalli hanno garantito introiti pari a 509mila euro, nel 2013 480mila euro. Con questi numeri sembra impossibile che il concessionario aggiudicatario possa farcela ad assicurare il dovuto. Quindi che cosa succederà? Chi dovrà scucire i soldi che mancano? Non vorremmo che, come al solito, se la prendessero con i cittadini. Anche perché sappiamo che non ci sarà più la multina ma per la mancata esposizione del ticket sarà elevato un vero e proprio verbale. Inoltre, vorremmo comprendere che cosa succederà tra 24 mesi. Se si darà luogo alla solita proroga oppure se si indirà un’altra gara d’appalto. E, in quest’ultimo caso, per quale motivo? Inoltre, sarebbe opportuno comprendere se gli attuali costi del parcheggio a pagamento, considerato l’eccessivo rialzo, aumenteranno a discapito degli automobilisti circolanti a Ragusa oppure se rimarranno invariati. Restiamo in attesa di riscontri oggettivi rispetto ad una problematica che interessa da vicino tutte le persone motorizzate della nostra città”.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg