Attualità Ragusa 20/07/2014 23:54 Notizia letta: 4653 volte

Espulsa dai 5 Stelle. Per mail

Spettacolo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-07-2014/1405893563-0-espulsa-dai-5-stelle-per-mail.jpg&size=777x500c0

Ragusa - Rimozione a 5 Stelle. I pregi e difetti di essere consiglieri della rete. Perché accade che la rete dà e la rete toglie. Comandamenti forse scritti nelle "tavole" di Grillo e Casaleggio. E così accade che sei un consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, fai la tua battaglia in Consiglio comunale, vai a dormire, e la mattina dopo ti arriva una semplice email. Tra le tante che giornalmente arrivano, tra quelle del Comune con cui si trasferiscono le delibere da esaminare o le convocazioni di commissioni e Consigli comunali, c'è anche quella con il logo arancione. Arriva dal Meetup. Sarà la convocazione di una nuova riunione? Sarà l'ordine del giorno di cui si dovrà comunemente discutere e condividere, sarà una nuova idea da sviluppare e magari lanciare in rete? Nulla di tutto questo.
Una breve comunicazione, efficace fin dall'oggetto dell'email: "Sei stato rimosso da MoVimento 5 Stelle Ragusa". La guerra interna al Movimento 5 Stelle, da una parte il Meetup o quel che resta (visto che una buona fronda si è allontanata e ha costituito il secondo meetup RagusAttiva), dall'altra parte il gruppo consiliare va avanti. E, a quanto pare, la "rimozione" da Movimento 5 Stelle è la sorte toccata già ad una decina dei 17 consiglieri grillini (la Castro è già andata via). Certo, non è proprio una bella trovata visto che c'è una guerra interna e a breve il Consiglio comunale dovrà affrontare l'esame, delicato, anzi delicatissimo, del bilancio di previsione 2014. E tra le sollecitazioni critiche di Movimento Città e Partecipiamo (adesso con 2 consiglieri, Iacono e appunto Castro) e questa fase di frattura grave tra meetup e gruppo consiliare, non tutto è scontato. Anche perché, a quanto si vocifera, non sono solo 10 i "rimossi" dal Meetup di Ragusa ma addirittura una cinquantina. Non se ne conoscono i motivi ufficiali ma sembra che vi siano di mezzo problemi di natura economica con annesse divergenze. Da una parte la pressante richiesta, reiterata più volte dal meetup, con cui si chiedeva ai consiglieri comunali di ridursi il gettone di presenza del 30%, dall'altra la richiesta di pagare, con una quota di circa 200 euro a consigliere comunale, i debiti che si sono venuti a creare in campagna elettorale. Una richiesta, quest'ultima, a cui non hanno aderito tutti i consiglieri comunali considerato che a loro è stato chiesto di pagare 200 euro mentre ad altri componenti del meetup solo 10 euro.
Differenze che, sempre secondo le voci che circolano, avrebbero causato non pochi dissapori fino ad arrivare all'espulsione-rimozione di alcuni degli stessi consiglieri dal meetup di Ragusa. Una decisione che rischia di avere ripercussioni su più fronti. Perchè a norma di regolamento se si è fuori dal meetup si è automaticamente fuori da M5S, l'altra è che i consiglieri starebbero già protestando chiedendo la chiusura della sede del meetup sulla cui gestione economica vi sarebbero nuove divergenze.

Michelangelo Barbagallo