Lettere in redazione Ragusa

Piccitto e l'insostenibile peso dei rifiuti

Scrive il circolo Pd Tumino e Rinascita Democratica

Ragusa - “Avevamo già lanciato l’allarme in tempi non sospetti. Ma questa Amministrazione comunale è sorda e arrogante. Perché non ascolta e discute con nessuno. Crede di avere sempre e comunque ragione. Caro sindaco, non si amministra in questo modo”. Il Pd di Ragusa (circoli “Pippo Tumino” e “Rinascita Democratica”) interviene sulla delicata vicenda della discarica di Cava dei modicani sottolineando come stia emergendo tutta l’inefficienza e l’incapacità di rappresentanti dell’esecutivo che, in alcuni casi, quando sono messi con le spalle al muro, vedi il caso Randello, lanciano accuse gratuite alle opposizioni delle precedenti consiliature quando invece, dalle carte, sta emergendo che sul caso Randello l’attuale Amministrazione risulta invischiata sino al collo. Ma il tema del giorno è un altro. “Con la gestione della spazzatura in questo modo – continua il Pd di Ragusa – l’Amministrazione comunale sta arrecando danni ambientali molto pesanti che avranno conseguenze incalcolabili in termini di costi e di danni ambientali di cui i ragusani, purtroppo, pagheranno, a breve e a media scadenza, le conseguenze. Avevamo lanciato l'allarme con riferimento alla gestione di un servizio di igiene ambientale assolutamente insoddisfacente e fallimentare dopo un anno di amministrazione pentastellata. I disservizi sono sotto gli occhi di tutti per non parlare della raccolta differenziata che non ha fatto registrare alcun incremento. In più si registra un vero e proprio rapporto conflittuale con la ditta che gestisce il servizio che non sappiamo quali benefici possa portare alla città”. “Avevamo espresso, inoltre – aggiunge il Pd di Ragusa – tutte le perplessità riguardo al nuovo bando per la esigua durata temporale dello stesso limitato a soli sei mesi, prorogabili per ulteriori sei. Si tratta di una durata limitata che ne fa una proroga camuffata e si caratterizza come strumento improprio per prendere tempo, atteso che l’amministrazione Piccitto è ancora incapace di predisporre un bando completo, ampio ed articolato in almeno sette anni, capace di migliorare il servizio e introducendo incentivi per i cittadini virtuosi che differenzieranno. Un bando di sei mesi, raffazzonato, illegittimo ed inutile. Difatti, la gara dei giorni scorsi si è rilevata una beffa per questa Amministrazione considerato che si è presentata una sola ditta, peraltro all'apertura della busta c’erano solo fogli in bianco. Qui si vorrebbe capire quale chiave di lettura dare a questa partecipazione in bianco? Un messaggio per qualcuno? Speriamo che gli organi competenti mettano sotto osservazione questi episodi”. Il Pd, inoltre, sottolinea che “la discarica non sarà ampliata, a causa della voluta eliminazione del progetto dal piano triennale delle opere pubbliche. Non sarà realizzata la quarta vasca peraltro già autorizzata dalla Regione anche se il sindaco aveva affermato altro ai commissari della Ssr, dando vita ad un clamoroso autogol. Come Pd chiediamo, a questo punto, visto che la quarta vasca sarà eliminata, il rafforzamento e l’ampliamento della terza per assicurare la prosecuzione di utilizzabilità della discarica. Era questa la rivoluzionaria programmazione annunciata per la nostra città? Ora vorremmo che i 5 Stelle ci spiegassero che cosa succederà appena la discarica sarà esaurita e si dovrà conferire altrove con un aumento di costi notevole. Ci vogliono illudere con il miracolo di raddoppiare in un mese la raccolta differenziata per arrivare al 65% nel 2015, mentre da un anno abbiamo a che fare con un fallimento totale. Aggiungiamo, inoltre, che l'impianto di compostaggio è totalmente fermo. Come affronterà il sindaco questa emergenza ambientale che potrebbe diventare sanitaria? Diciamo basta alla presa in giro dei cittadini con la pura propaganda. Amministrare è un’altra cosa”.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif