Sport Ragusa

Pegaso Ragusa quinta in Italia

A Bormio

Ragusa - Conclude con un altra vittoria la sua avventura alle finali nazionali UNDER 14/M di Bormio la Pegaso Ragusa conquistando così il 5^ posto nella classifica definitiva.

La squadra diretta da Giorgio Dimartino e dal suo assistente Salvatore Scrofani ha inflitto una sonora sconfitta al CAP Genova (92-65) nella finale disputata domenica scorsa valida per il 5^ e 6^ posto apponendo la sua firma nel circuito nazionale del basket giovanile. Grande prestazione di Longo (22 punti al suo attivo) e del capitano Chessari (19). In doppia cifra anche Ianelli (16), Antoci (14) e Vanacore (11). Ma tutta la squadra ha espresso un gioco collettivo di alta qualità e tutti gli atleti del roster hanno dato il loro apporto. Nella semifinale del giorno precedente i Ragusani avevano avuto la meglio sul Basket Trieste (79-53 il punteggio finale) con un Ianelli strepitoso che ha messo a segno ben 27 punti personali. Torniamo da Bormio soddisfatti e consapevoli di aver entusiasmato il pubblico ma soprattutto gli addetti ai lavori - afferma il coach Dimartino - abbiamo ricevuto i complimenti da tanti rappresentanti della Federazione Italiana Pallacanestro e da tutti gli allenatori e dirigenti che hanno assistito alle nostre partite. Squadra con cestisti interessanti dal punto di vista tecnico e che ha espresso un gioco ben organizzato e spumeggiante, questo è ciò che hanno detto di noi. Unico rammarico è l'unica sconfitta subita ad opera dello Scuba Frosinone (45-46) - dichiara il vice allenatore Scrofani - che non ci ha consentito di poter entrare tra le quattro semifinaliste, dove sicuramente avremmo potuto dire la nostra. Abbiamo concluso la manifestazione con ben sei vittorie su sette partite disputate e i ragazzi non hanno avuto alcun timore ad affrontare squadre ben più titolate della nostra. Grande soddisfazione in casa Pègaso per aver quasi eguagliato il record della mitica Crispi allenata da Saro Occhipinti (3^ classificata alle finali nazionali del 1970), squadra in cui militavano Gianni Battaglia, Ninni Gebbia, Pippo Terranova, ecc. Ed ancora, un bel riconoscimento per l'atleta Giovanni Ianelli che ha disputato un grande campionato ed è stato meritatamente premiato con il suo inserimento in uno dei due quintetti nazionali ideali. I sacrifici economici che le famiglie hanno sostenuto per far vivere questa indimenticabile esperienza ai propri figli sono stati ripagati dai successi ottenuti - continua il coach Dimartino - classificarsi prima di società titolate come la Reyer Venezia e Libertas Pesaro, ed arrivare a ridosso di squadre del calibro di Armani Junior Milano e Virtus Bologna vuol dire per noi piccola società che stiamo lavorando bene e che, dal punto vista tecnico, in Sicilia abbiamo fatto grandi progressi. Adesso ci godiamo una meritata pausa durante la quale cercheremo di metter su un gruppo ancora più competitivo per cercare di rivivere la prossima stagione un altro sogno.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif