Attualità Vittoria 25/07/2014 00:20 Notizia letta: 2267 volte

Caserma Vigilfuoco? Collaudata

Parla l'assessore Dezio
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-07-2014/1406240640-0-caserma-vigilfuoco-collaudata.jpg&size=625x500c0

Vittoria - “I lavori di costruzione della Caserma dei Vigili del Fuoco sono stati completati ed anche collaudati”. Ad affermarlo l'assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Dezio, che replica così all'esponente di Patto per Vittoria, Nello Dieli che aggiunge: “il Comune ha fatto tutto quanto di sua competenza. In questi mesi abbiamo seguito costantemente l'opera: i lavori erano bloccati e li abbiamo sbloccati, è arrivato il finanziamento aggiuntivo ed ora sono stati completati. Abbiamo anche effettuato l'allaccio Enel. Mancano solo pochi adempimenti e non tutti dipendenti dal Comune. Avremmo voluto consegnare l'opera prima dell'estate- aggiunge ancora Dezio-, ma posso assicurare che a breve saremo in condizione di farlo. Siamo al rush finale. Ringraziamo Dieli per l'ennesima sollecitazione, ma noi non ci siamo mai fermati”.
Nel maggio scorso, Dezio aveva effettuato un sopralluogo alla Caserma accompagnato dal Direttore dei lavori, un responsabile dell'impresa, il Responsabile Unico del Procedimento ed il Dirigente del settore dei Lavori Pubblici. Già in quella circostanza l'Assessore chiarì che mancava poco al completamento dei lavori e precisò che persino le aree verdi erano state sistemate. All'epoca non c'era, però, l'asfalto sul piazzale e la sede era priva di allaccio idrico ed elettrico.
Nella nota diffusa alla stampa nei giorni scorsi, Dieli si chiedeva come mai la Caserma non fosse stata ancora consegnata ai Vigili del Fuoco e ripercorreva l'iter che ne ha preceduto ed accompagnato la realizzazione: il progetto della nuova caserma nasce nel 2007 ed allo stesso anno risale anche il finanziamento concesso dalla Protezione Civile, che assegnò circa 2 milioni di euro. La nuova sede venne individuata nella zona vicina al mercato ortofrutticolo. I lavori iniziarono nel 2007, ma si bloccarono nel 2010 dato che i due milioni di euro non erano stati sufficienti a consentire il completamento dell'opera soprattutto perché, nel frattempo, fu necessario realizzare delle opere inizialmente non previste. Fu quindi necessario un altro finanziamento, di 776 mila euro, ed i lavori sono ripresi lo scorso gennaio. Ad aprile tutte le opere, come comunicato da Dezio dopo il sopralluogo del 18 maggio, sono state completate. Per evitare atti di vandalismo, tra l'altro, l’impresa ha dato incarico per la custodia dell’opera.

Nadia d'Amato