Cultura Modica 28/07/2014 22:56 Notizia letta: 3152 volte

A Modica la cultura è la strada

Questione di cittadinanza
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581041-0-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg&size=752x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581121-1-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg&size=752x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581165-1-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg&size=751x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581232-1-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg&size=752x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581232-2-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg&size=779x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581041-0-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg&size=752x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581121-1-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581165-1-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581232-1-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-07-2014/1406581232-2-a-modica-la-cultura-e-la-strada.jpg

Modica - L’individuo che scende in piazza diventa cittadino.
Perché la strada e la piazza sono i luoghi del rapporto sociale, degli incontri, dei confronti. La strada trattiene i saperi, il fluire dei poteri, delle devozioni mistiche dei viaggi di ringraziamento.

L’iniziativa "Passi di cultura", della coop sant'Antonio Abate, con il patrocinio del Comune di Modica è stata molto coinvolgente perché manifestazione culturale in movimento. In un itinerario appositamente studiato, è stato portato lo spettacolo a domicilio.
Itinerare è muoversi attraverso l’artificio più complesso e nobile: la città. Modica è stata il luogo del viaggio spettacolo della compagnia del Piccolo Teatro e di Muorica mia.

Le soste dell’itinerario sono state sei.
“Stazioni” ben definite, dentro la partitura della compagine edilizia, dopo lettura attenta e sensibile. Soste scelte con grande senso delle vicende dei luoghi e delle caratteristiche morfologiche urbane. Il viaggio ha attraversato la storia antica della città, dai suoi noti nobili caratteri architettonici, agli elementi ecclesiastici emergenti, fino ad edifici civili di pregio.
Strade, piazze, scalinate e monumento sono stati i luoghi notevoli che hanno ospitato la manifestazione. Luoghi come contesti di appartenenza ad una comunità che nella cittadina trova riferimenti di un vissuto collettivo e delle personali vicende individuali.
L’urbanistica della città della Contea è stata letta con senso critico trovando all’interno del suo statuto, luoghi carichi di senso relazionale e valore sociale.

L’itinerario ha toccato i luoghi:

Chiesa di San Pietro
Vicolo Istituto Giovanni Verga
Chiesa Madonna del soccorso
Limiti delle due Matrici
Scalinata inferiore Duomo San Giorgio
Teatro Garibaldi

I temi delle rappresentazioni e delle recitazioni, delle scenette e dei canti, oscillavano dalla sacralità evangelica, alla storia dei luoghi e della modicanità, alla cronaca internazionale presentata in modo leggero e gradevole. Alcune recitazioni nelle scenografie puntuali della cittadina, hanno trovato proprio nel contesto e nella sacralità delle dorate pietre della storia urbana, motivo e pretesto della narrazione. Palchi urbani e gradinate naturali sono stati ben individuati ed utilizzati allo scopo della manifestazione.

L’itinerario si è concluso presso il Teatro Garibaldi, dentro un raffinato abilmente recuperato. Ed è stato proprio lì che le capacità recitative del gruppo si sono mostrate nella giusta misura e naturale pregio.
Tutti i componenti dei due grippi (Piccolo Teatro e Muorica mia) sono stati bravissimi, da Fatima nella struggente drammaticità della Lupa, a Marcello e Carmela con le loro interpretazioni melodiose e tutti gli altri dei quali non conosco i nomi. Carmelo, con la sua fisarmonica, è stato il giusto supporto di completamento ai momenti canori.

Ellj Nolbia
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg