Attualità Modica 11/08/2014 19:43 Notizia letta: 1730 volte

Modica città sporca

Parla Michele Polino
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-08-2014/1407779057-0-modica-citta-sporca.jpg&size=463x500c0

Modica - “Una città sporca”. Se è questa, secondo il consigliere e vice presidente del Consiglio comunale, Michele Polino, l’immagine che si vuole dare di Modica ai turisti lui non ci sta. E allora alza la voce e chiede una soluzione al problema che causa la scopertura di alcune zone dalla presenza di cassonetti per l’immondizia, problema che Polino addebita al contenzioso esistente tra il Comune e l’impresa ecologica modicana Puccia Giorgio che dall’ottobre 2008 si occupa del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani in città.
“Per via di questo contenzioso – spiega Polino – alcune zone periferiche del territorio sono state depauperate dei cassonetti per la spazzatura. Si tratta di aree densamente popolate o nelle quali insistono complessi turistici che, soprattutto in questo periodo dell’anno, registrano il pienone di turisti. Basti pensare, per citare solo un caso, alla zona periferica di Beneventano, dove è ubicato un grande resort nel quale hanno prenotato parecchi turisti stranieri, tra cui molti americani. Ebbene, nei pressi della struttura ricettiva non si trovano contenitori per l’immondizia. Bisogna smaltirla fai-da-te. Sono gli stessi gestori a doversi organizzare per recarsi con sacchi stracolmi di rifiuti in altra zona dove sono ubicati i cassonetti per i rifiuti solidi urbani o devono rivolgersi ad organo preposto”.
Polino ritiene questa situazione “insostenibile”. “Nelle stesse condizioni di Beneventano anche altre importanti zone periferiche come Torre Rodosta, Torre Cannata, via Sorda-Scicli, dove una volta i contenitori per la spazzatura c’erano ma poi sono stati tolti. Oggi cittadini e gestori di locali – prosegue il consigliere comunale - devono industriarsi per gettare i rifiuti. Non si può proseguire in questa maniera. L’Amministrazione comunale deve risolvere in qualche modo il contenzioso in atto con la ditta Puccia per un servizio di nettezza urbana che non escluda alcune aree peraltro importanti. Che si incontrino e mettano a punto una soluzione – prosegue - trovando un accordo per rifornire le zone periferiche del servizio di nettezza urbana sia pensando ai cittadini che hanno investito in queste zone o che ci vivono, sia pensando al futuro della nostra bella città. Modica, facendo parte del patrimonio dell’Unesco, merita certamente un’immagine ben diversa da quella che stanno recependo i turisti che si trovano in questo periodo a trascorrervi le loro vacanze”.

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg