Appuntamenti Ragusa 15/08/2014 22:22 Notizia letta: 4048 volte

Donnafugata Film Festival

Bergman dal 16 al 24 agosto
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-08-2014/1408134214-0-donnafugata-film-festival.jpg&size=676x500c0

Ragusa - Oh, I’m bein’ followed by a moonshadow, moonshadow, moonshadow leapin and hoppin on a moonshadow, moonshadow, moonshadow (Mi segue un’ombra di luna ombra di luna, ombra di luna salto e danzo in un’ombra di luna ombra di luna, ombra di luna) così – per dirla con il cancerino Cat Stevens – la Kermesse cinematografica ragusana ritorna di nuovo al Castello di Donnafugata, all'ombra di una luna siciliana, per festeggiare le tante lune che dominano i maestri del cinema nati sotto il segno del Cancro.

La sezione ZFF (Zodiac Film Fest), in questa prima parte del festival, dal 16 al 24 agosto, mostrerà una folta rassegna di film dedicata a Ingmar Bergman, un omaggio aI cineasta svedese intitolato Sinfonia notturna con Ingmar Bergman e un breve approccio con il cinema di Abbas Kiarostami introdotto dal do-cumentario Abbas Kiarostami a Palermo II versione (Italia, 1999, 43’) di Nosrat Panahi Nejad. Il regista di adozione palermitana, ma iraniano come Kiarostami, ci condurrà, attraverso la sua personale testimonianza dello storico soggiorno a Palermo di Kiarostami, dritto alla fine del cinema, di un certo cinema classico o di genere. Il cinema, infatti, passando dalla luna di Georges Méliès, simbolicamente, a quella di Kiarostami, viene riscritto, hic et nunc, nell'asso-luta libertà stilistica del cineasta iraniano dalla finzione documentaria. Non a caso Jean-Luc Godard ha potuto dire così che « il cinema inizia con Griffith e finisce con Kiarostami».
Delle cose profonde e ancestrali tratta la sensibilità di questo segno, qui ampiamente rappre-sentato, dai maestri del cinema e dagli attori come Carlo Ludovico Bragaglia, Vittorio De Sica, Alessandro Blasetti, Abbas Kiarostami, Giorgio Pasotti,Dany Boon, Meryl Streep, Billy Wilder, Bob Fosse, Claude Chabrol, Davide Ferrario, Biagio Pelligra, Peter Mitterrutzner, Sidney Lumet, Mel Brooks, John Cusack, Sabrina Ferilli, Silvio Orlando, Claude Berri, Olivia de Havilland, Dan Aykroyd, Tom Cruise, Ken Russell, Gina Lollobrigida,Tom Hanks, Bill Cosby, Alessio Boni, Harrison Ford, Ingmar Bergman, Salvo Cuccia, Atom Egoyan, Wi-lhelm Dieterle, James Cagney, David Hasselhoff, Natalie Wood, Louise Fletcher, Willem Dafoe, Giuseppe Battiston, Paul Schrader, e tanti altri ancora, e non ultimo Robin Williams che con la sua tragica prematura scomparsa ci rattrista. A lui e alla sua generosità, alla sua passione per il cinema, dedicheremo una retrospettiva nella seconda parte del festival per ri-cordarlo ancora tra i bagliori estivi di una luna iblea. Essi sono i protagonisti del quarto giro di giostra, all'insegna d'una cabala fortunata, del transito favorevole di un pianeta, per l'appunto, gioviale. «Al di là, del divertente gioco tematico, scelto per raccontare una storia del cinema dal punto di vista dello zodiaco - ripete ribadendo ancora l'ideatore del festival Salvatore Schembari - mi interessa di più poter costituire un alfabeto delle stelle del cinema, con tanto di database, un catalogo di films attraverso una faccia, un viso, insomma un facebook del ci-nema. Completamente da integrare con un proprio profilo, nell'universale firmamento dell’immagini, tra milioni di costellazioni in pixel o in fotogrammi. Certo i tempi migliori, che mi aspettavo venissero, per il futuro di questo giovane festival, tardano ancora ad arrivare. Non ho ancora potuto sfruttare al meglio tutte le possibilità internazionali che il Castello donna-fugesco ci offre, tra incanto rusticano e luogo naturaliter cinematografico. Sono lontani i 5 schermi che avrei voluto collocare nel Parco, in Terrazza, nel Cortile, davanti alle Facciate del Castello e della Stazione Ferroviaria».
Si apre dunque Il 16 agosto il Donnafugata film festival, diviso in due parti (di cui una da rea-lizzare dal 2 al 7 settembre) con due omaggi ad Abbas Kiarostami e Ingmar Bergman e una nuova sezione intitolata Girando il Mondo - il Cinema in cammino collegata quest'anno alla all'antologica della fotografa ragusana Franca Schininà. Sotto la scia della costellazione in Cancro, il programma continua poi, nei primi di settembre, con Robin Williams Oh capitano mio capitano! Un omaggio a due straordinari registi Claude Chabrol e Billy Wilder, due bre-ve retrospettive dedicate, una all'incomparabile caratterista, Biagio Pelligra, fervido attore ibleo, ed un'altra al documentarista Salvo Cuccia. L’altra sezione del Festival, L’ isola come set, presenterà dei giovani protagonisti del cinema documentario siciliano e per finire, nel ri-cordo del Quattrocentocinquantesimo anniversario della nascita di William Shakespeare, due serate particolari, il 6 e il 7 settembre, con Federica Bisegna che racconta la tragedia del Macbeth di Shakespeare seguite dopo dalle versione cinematografiche del di Orson Wels e di Roman Polanski. Buona Visione!

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg