Cronaca Pozzallo 18/08/2014 11:32 Notizia letta: 4798 volte

Danneggia un locale e un'ambulanza, arrestato

Vincenzo Gambuzza, 32 anni
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/18-08-2014/1408354478-0-danneggia-un-locale-e-un-ambulanza-arrestato.jpg&size=411x500c0

Pozzallo - Alle prime luci dell’alba di domenica 17.08.2014 un giovane operaio pozzallese che aveva alzato decisamente il gomito è stato tratto in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Modica a Pozzallo in piazza Rimembranza.
Vincenzo Gambuzza, 32 enne operaio con qualche precedente di polizia, era stato rimproverato da alcuni passanti mentre, verso le 3.30 di notte, orinava su uno degli stand installati nella locale Piazza Rimembranza in occasione della Sagra del Pesce. Tale rimprovero, ricevuto da una ragazza evidentemente turbata dalla vista di tali atti osceni, è stata la causa scatenante della furia del giovane. Infatti il Gambuzza si è scagliato prima contro la ragazza, che è stata messa in salvo da alcuni amici che sono riusciti a portarla via. Il giovane si è quindi seduto al tavolino di un locale pubblico che nel frattempo stava chiudendo vista la tarda ora. Invitato quindi a lasciare il posto per permettere ai camerieri di rientrare il tavolo e le sedie all’interno del locale, il Gambuzza ha ripreso la sua condotta violenta contro gli arredi dell’esercizio pubblico danneggiandone alcuni e procurandosi in tal modo delle lesioni personali. Veniva pertanto richiesto l’intervento di personale sanitario del 118 per prestare le cure del caso al giovane.
Giunta sul posto un’ambulanza in servizio di emergenza 118, il Gambuzza reiterava la propria condotta violenta. Il giovane infatti, sempre in preda ai fumi dell’alcol, scagliava la lettiga contro il mezzo di soccorso causandone la rottura dei finestrini e di parte dell’equipaggiamento, rendendo di fatto l’ambulanza inservibile.
Nel frattempo intervenivano i Carabinieri in servizio di Pronto Intervento 112, dislocati sulla riviera per garantire il controllo del territorio in questi giorni di massiccia presenza turistica. I militari dell’Arma della Compagnia di Modica interrompevano prontamente la condotta violenta del Gambuzza che anche ai loro occhi appariva palesemente ubriaco. Verificata la dinamica dei fatti, i Carabinieri provvedevano a reiterare la richiesta di intervento di altro mezzo del 118 per garantire le cure mediche al giovane, il quale ormai versava in evidente stato confusionale. Al termine di tali prioritarie incombenze, i Carabinieri hanno dichiarato in arresto il giovane operaio per violenza privata, danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. Il Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Ragusa, messo al corrente dei fatti, ne ha disposto il collocamento agli arresti domiciliari.

Redazione