Sport Modica 22/08/2014 19:32 Notizia letta: 4996 volte

Roberto e il body building

E l'assessora in posa
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2014/1408728772-0-roberto-e-il-body-building.jpg&size=333x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2014/1408728772-1-roberto-e-il-body-building.jpg&size=333x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2014/1408728772-0-roberto-e-il-body-building.jpg&size=333x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2014/1408728772-1-roberto-e-il-body-building.jpg

Modica - “Non fate uso di alcuna sostanza lecita e illecita per portarvi avanti nello sport”. È il messaggio lanciato ai giovani dal body builder modicano Roberto Paolino, che ha voluto dimostrare coi fatti come, lavorando sodo su se stessi, i risultati arrivano senza fare ricorso all’utilizzo di sostanze terze. La perfomance nella sua palestra Hermes di Modica, attorniato da quanti hanno creduto in lui e lo hanno seguito nel percorso durato quasi un anno, è servita a toccare con mano quanto Roberto sostiene.
Ci vuole tanto olio di gomito, una determinazione fortissima, una volontà ferrea e giorno dopo giorno si assisterà a una trasformazione del proprio corpo, che si modella, i muscoli si definiscono. Il tutto senza “aiutino”, per dei risultati che durano nel tempo.
“L’intento è dare un segnale forte a tutti quelli che si avvicinano a questo bellissimo sport, dimostrando che è possibile raggiungere grandi traguardi senza fare uso di sostanze che, seppure lecite, a lungo andare risultano dannose per la salute”. Roberto ha mantenuto un regime alimentare molto rigido e si è allenato in palestra ogni giorno per ore e ore, seguito da uno staff composto dal nutrizionista dott. Emanuele Rubino, dal medico sportivo dott.sa Antonella Celestre, dall’ex campione europeo di body building Fabio Giunta, dal preparatore Piero Caschetto e dall’ex miss Italia di body building Stefania Zuppardo, che hanno curato la sua preparazione.
Un’esibizione “al naturale” – come è solito definirla Roberto – per chiunque intende iniziarsi al body building in maniera seria e senza la pretesa di ottenere risultati immediati. Nello sport, del resto si sa, si deve sudare e ci si deve impegnare a fondo e con costanza. Le scorciatoie non vanno bene. Non fanno per i veri sportivi.
“Sono stanco di sentire associare il body building al doping – commenta Roberto -. L'uso di sostanze che, seppure lecite, a lungo termine sono dannosissime per la salute, può forse accorciare il percorso per arrivare in alto, ma sono certo che il lavoro continuo in palestra e i sacrifici alimentari alla fine ti fanno raggiungere gli stessi traguardi con sicurezza e nei tempi che richiede il nostro organismo”.
Il giorno dopo la sua esibizione, alla quale hanno assistito l'assessore allo Sport di Modica, Rita Floridia, e le modelle Valentina Ruta e Gloria Agosta, Roberto si è sottoposto ad analisi di laboratorio, invitando i Nas di Ragusa. “Questo perché è importante – spiega il giovane body builder modicano – che i Nas certifichino ufficialmente il metodo naturale utilizzato da me. Ci tengo proprio. Solo così i giovani potranno comprendere come lo sport, quello ‘al naturale’ faccia bene alla salute. Non c’è bisogno di assumere sostanze terze”.

Valentina Raffa