Cronaca Pozzallo 24/08/2014 16:44 Notizia letta: 3266 volte

A Pozzallo 18 cadaveri dell'ultimo naufragio

L'affondamento è avvenuto ieri sera
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-08-2014/a-pozzallo-18-cadaveri-dell-ultimo-naufragio-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-08-2014/1408893934-1-a-pozzallo-una-ventina-di-cadaveri-dell-ultimo-naufragio.jpg&size=703x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-08-2014/a-pozzallo-18-cadaveri-dell-ultimo-naufragio-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-08-2014/1408893934-1-a-pozzallo-una-ventina-di-cadaveri-dell-ultimo-naufragio.jpg

Pozzallo - Si continua a morire in mare. È l’ennesima tragedia. 18 i morti recuperati a 120 miglia a sud-est di Lampedusa dalla nave Sirio della Marina Militare. Il comandante, Marco Bilardi, ipotizza che siano morti per le esalazioni di carburante. Sono 73 i superstiti, giunti ieri a Pozzallo, e 8 i dispersi.
Non si fa in tempo a piangere i 170 dispersi di venerdì a una sessantina di chilometri a est di Tripoli, con 20 corpi recuperati, che si aggiungono nuove perdite a una lista che annovera circa 2000 tra morti e dispersi nel 2014 secondo i dati diffusi dall’agenzia Habeshia. Da venerdì sono oltre 3.500 gli immigrati soccorsi nel canale di Sicilia.
Ieri pomeriggio a Pozzallo la Sirio ha trasbordato oltre alle 18 salme dell’ultimo naufragio, 266 persone soccorse in due interventi. La mobile di Ragusa, diretta da Antonino Ciavola, ha arrestato 4 scafisti in due giorni. Si tratta di tre egiziani, uno dei quali entrato in Italia ben 5 volte e già arrestato in passato quale scafista. L’ultimo a finire in manette è un tunisino. Ha condotto un barcone con 354 persone. Sempre ieri la Fenice ha salvato 215 immigrati. Di mattina ne sono arrivati con la Fasan 1373 a Reggio Calabria. C’era pure il cadavere di un eritreo, morto per trauma cranico. La Commissione Ue si dice “scioccata da queste nuove tragedie del mare”. E “ringrazia l'Italia” per gli enormi sforzi”. L’Italia chiede un avvicendamento a Mare Nostrum perché ci sono difficoltà nel continuare a sostenere l’operazione.

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg