Sport Ragusa 25/08/2014 14:21 Notizia letta: 23 volte

Atleti sul fiume Irminio

In memoria di Giorgio Pomario
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-08-2014/1408969327-0-atleti-sul-fiume-irminio.jpg&size=889x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-08-2014/1408969327-1-atleti-sul-fiume-irminio.jpg&size=856x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-08-2014/1408969327-0-atleti-sul-fiume-irminio.jpg&size=889x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-08-2014/1408969327-1-atleti-sul-fiume-irminio.jpg

Ragusa - Una sfida appassionante, molte conferme e qualche sorpresa nel Trofeo Sport & Natura (16^ prova del Grand Prix Provinciale) brillantemente e sapientemente organizzato dalla Barocco Running Ragusa in memoria del compianto Giorgio Pomario, atleta prematuramente scomparso.
La Riserva Naturale Speciale Biologica – Macchia Foresta del Fiume Irminio è stato il teatro dell’evento, giunto quest’anno alla sesta edizione, con grandi cifre di partecipazione (quasi 140 iscritti in rappresentanza delle diverse società podistiche ragusane e non solo). Tutto questo davanti una bella cornice di pubblico in una manifestazione che prevedeva la gara competitiva riservata agli atleti agonisti affiancata da una gara “non competitiva” riservata, invece, ai simpatizzanti della corsa.
Dal punto di vista tecnico, partenza unica per tutte le categorie con percorso lungo parte del sentiero pedonale della Riserva Naturale da ripetere 3 volte per un totale di quasi 6 km..
Il dato agonistico, fra gli uomini, ha visto vincitore assoluto Vincenzo Schembari dell’Atletica Padua Ragusa che ha chiuso la sua gara con il tempo di 20’23” distanziando di quasi 20 secondi Antonino Nicosia della UISP Santa Croce Camerina (20’42”) e Giuseppe Licitra (Padua – 20’53”) dell’Atletica Padua Ragusa. A seguire Antonio Mansueto della Libertas Scicli (21’00”), Daniele Di Rosa (21’18”) e Massimo Canzonieri (21’31”) entrambi dell’Atletica Padua.
Eccellenti anche le prestazioni anche di Giovanni Falco (21,53) e Giovanni Cicciarella (22,06) della Running Modica e di Carmelo Spata (22,07) dell’Atletica Padua Ragusa.
Primo della Barocco Running Ragusa, società organizzatrice, è stato Saro Raniolo (10°) con 22’24”. Poco distanti Bruno Trigona (22,25) e Salvo Gennuso (22,47).

Fra le donne ha primeggiato Eloise Davison, ragazza inglese in vacanza nel territorio ibleo, con 23’34” davanti Daniela Ruta della Running Modica Master (29’38”) e Laura Cascone della Barocco Running (29’43”).
Fra gli atleti partecipanti alla gara “non competitiva” riservata agli atleti non tesserati, menzione particolare per Vincenzo Lorefice (22,50) e Lorena Caruso (32,21), ovvero il primo degli uomini e la prima delle donne.
Al termine della gara, dopo le premiazioni di rito, ricco buffet di dolci e frutta gentilmente offerto e ben preparato da tutte le donne atlete dalla Barocco Running Ragusa.
"Noi della Barocco Running siamo molto legati ad eventi sportivi che portano alla riscoperta della natura e del territorio – queste le parole del presidente Giorgio Platania; credo che, oltre l’occasione per una rivalutazione e promozione della Riserva Naturale del fiume Irminio, sia stato un grande momento di aggregazione sportiva e di divertimento sia per i turisti che per gli stessi ragusani. Un ringraziamento speciale a tutti i componenti della Barocco che, rinunciando alla gara, si sono oltremodo spesi per la riuscita dell’evento ".
Particolarmente significativo il momento dedicato a Giorgio Pomario, atleta della Barocco Running ricordato con un forte applauso che i partecipanti hanno voluto rendere alla presenza della moglie.

Redazione