Attualità Sampieri 26/08/2014 16:11 Notizia letta: 2604 volte

Lo sposo, non lo sposo, lo sposo non lo sposo

Al teatro Xenia
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-08-2014/lo-sposo-non-lo-sposo-lo-sposo-non-lo-sposo-500.jpg

Scicli - Arriva la seconda delle tre rappresentazioni teatrali della trilogia dell’amore, coda finale della rassegna estiva “La giara e il gelsomino” organizzata dall’associazione Vento, con la direzione artistica di Carlo Cartier, presso il Teatro Xenia all’interno del residence turistico Marsa Siclà a Sampieri (Scicli). Venerdì 29 agosto alle 21,45 andrà in scena “Scalaccì corpobbì”, un’altra divertente commedia, incentrata anche questa sul tema dell’amore come quella precedente, che vedrà in scena Manuela Bisanti ed Elena Mazza. Con la regia di Paola Tiziana Cruciani, che ne è anche l’autrice, la commedia racconta la storia di una giovane donna che si appresta al momento più importante della sua vita: le nozze. Il matrimonio è infatti alle porte e Rossella, appunto la protagonista della storia, è alle prese con i classici dubbi prematrimoniali. Dubbi amplificati dall’ansia di dover mettere alla luce un figlio al più presto. Nelle ore più difficili sarà la sua amica Lucrezia ad aiutarla, o quantomeno a provarci. Ma le domande e gli interrogativi sono davvero tanti. Il re della braciola è la persona davvero giusta da sposare? Ci si può sottrarre ad un simile impegno? Tra scelte drastiche e abbagli, la commedia si evolve in un crescendo rossiniano per chiudersi in un finale che fa riflettere. E’ il dramma delle donne di oggi, divise tra la necessità di una sicurezza (anche affettiva) e la volontà di vivere fino in fondo la propria vita. La commedia è ambientata in un’abitazione di Roma. Le due attrici, in un atto unico, divertendo il pubblico riescono ad esplorare le mille insicurezze e i tic di una vita in rosa…alle prese con il “sesso forte”. L’insicurezza della futura sposa, interpretata da Manuela Bisanti, un personaggio a dir poco disneyano, crea un mix esplosivo con Elena Mazza, divertentissima nella sua carrellata di battute riuscitissime. La forza dello spettacolo è proprio nella scrittura, dinamica, briosa, e sempre sopra le righe e nella costruzione dei personaggi che risultano azzeccatissimi rispetto agli stereotipi che vogliono minare. A fine spettacolo ritorna anche il dopoteatro con i prodotti gastronomici d'eccellenza offerti da Antica Dolceria Bonajuto, Ciccio Puntara, Feudo Ramaddini e Hyblea Gourmet. Sponsor della rassegna sono Banca Agricola Popolare di Ragusa, Agieffe Servizi, Conad in collaborazione con Promomedia, Giap Gruppo Minardo, GruppoScar, Inventa Design, Marsa Siclà Residence e VideoRegione. Info e prenotazioni (per le poltronissime) allo 0932.1838969 o 340.4693755.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg