Attualità Chiaramonte Gulfi 03/09/2014 10:49 Notizia letta: 4097 volte

Inaugurata la retrospettiva sull'opera di Luigi Rabbito

Il pittore e scultore scomparso nel 2011
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-09-2014/1409734229-0-inaugurata-la-retrospettiva-sull-opera-di-luigi-rabbito.jpg&size=750x500c0

Chiaramonte Gulfi - Con il grazie ai tanti presenti da parte di Patrizia Noto, moglie del compianto Luigi Rabbito, e il partecipato intervento dei due curatori Angelo Buscema e Aianna Piermattei, si è inaugurata, ieri sera, la retrospettiva di questo pittore, ritenuto a, ragione, un artista a tutto tondo. Alla cerimonia era presente l’intera Giunta comunale, in testa il primo cittadino Vito Fornaro. Rabbito, come è stato detto, è il pittore della nostra contemporaneità, vista con quella curiosità e quel tratto immaginario che solo un vero artista sa narrare.
Nella sua pittura irrompono ingorghi stradali che squarciano i silenzi bucolici della campagna iblea. Ogni particolare del suo tratto pittorico coglie le tante sfumature della società contemporanea e i suoi protagonisti, rappresentando auto, camion, moto e mezzi pubblici, macchine agricole, come trattori e mietitrebbia, e i loro enormi pneumatici.
Significative le parole della curatrice Ainna Piermattei che parlando di Luigi Rabbito ha detto che lui rappresenta “la pittura viva e la pittura è nell’uomo. Lui è la dimostrazione di un artista che parla con le sue opere e i suoi quadri, più di tanti. La sua vita artistica era già completa” . Parlando della sua morta prematura, avvenuta nel luglio del 2011 a causa di un banale incidente stradale ha citato Garcia Marquez dicendo testualmente “ Non si muore quando si deve, ma si muore quando si può”.
Tanti, come si diceva, i visitatori di questa retrospettiva che incuriosisce e fa tanto riflettere sul nostro destino e sulla nostra realtà. La retrospettiva, ubicata nel Palazzo Montesano sarà aperta al pubblico fino a giorno 7 settembre, dalle ore

Redazione