Lettere in redazione Noto 07/09/2014 11:01 Notizia letta: 5239 volte

Fabio Granata: Su Montalbano coinvolgerò Scicli e Punta Secca

C'è il rischio che la fiction vada in Puglia
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-09-2014/1410080588-0-fabio-granata-su-montalbano-coinvolgero-scicli-e-punta-secca.jpg&size=803x500c0

Noto - Caro Savà,

ho letto incredulo l'interpretazione che ha dato del progetto "Casa di Montalbano".

Premettendo che la produzione della Palomar sul territorio ibleo rappresentò il coronamento di una mia iniziativa:convinsi la Palomar a spostare nel SudEst l'ambientazione di Vigata e a valorizzare luoghi come Punta Secca e Scicli.

Premettendo che in Svezia non "spacciai" nulla ma realizzai una promozione straordinaria dell'intero SudEst,Scicli e Punta Secca in testa.

Premettendo che la produzione fu possibile grazie a fondi comunitari che riuscii a far programmare dai miei ottimi dirigenti e che da li nacque il fenomeno Montalbano e anche quello del SudEst,che avevo portato al riconoscimento Unesco in quegli anni, attraverso centinaia di milioni di restauro...

Tutto questo premettendo,oggi e'questo inetto Governo della Regione ad avere la responsabilità gravissima dell'abbandono quasi completo della Sicilia da parte di una così importante produzione che,per mancanza di qualsiasi sostegno,si e'spostata sulla Puglia e su Cinecittà per la parte principale delle riprese.

In questo quadro il mio progetto, nato esclusivamente da amore per il SudEst, ha avuto la disponibilità del Comune di Noto per la realizzazione di uno spazio espositivo prestigioso e di un sostegno per riportare l'intera produzione in Sicilia.
Farò di tutto per convincere le altre amministrazioni a dare altrettanto sostegno al progetto che comunque continuerà a valorizzare l'intero SudEst, a iniziare da Scicli e Punta Secca, luoghi a me particolarmente cari". 

Fabio Granata
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif