Cronaca Modica 13/09/2014 19:45 Notizia letta: 3841 volte

Arriva la Polizia e lui imbraccia il fucile


Warning: getimagesize(http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-09-2014/1410630402-0-arriva-la-polizia-e-lui-imbraccia-il-fucile.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.ragusanews.com/home/site_new/admin/libs/functions.php on line 547

Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.ragusanews.com/home/site_new/admin/libs/functions.php on line 548
Gli hanno fatto un Tso
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-09-2014/1410630402-0-arriva-la-polizia-e-lui-imbraccia-il-fucile.jpg&size=0x500c0

Modica - Armato di fucile intima alla polizia di andare via dalla sua proprietà. “Via da qui” – urlava minacciando di sparare -. Sembrano scene tratte da un film quelle vissute ieri poco dopo mezzogiorno dai poliziotti del Commissariato di Modica in contrada Sant’Angelo.

Alcuni agenti in borghese erano andati a verificare quanto segnalato dal personale del Consorzio di Bonifica, che, sospettando un possibile allaccio abusivo alla rete idrica, non si erano potuti avvicinare all’abitazione da controllare in quanto il proprietario, un 54enne, li aveva minacciati. Spaventati da questo atteggiamento non avevano voluto fare rientro in quella proprietà e avevano segnalato l’accaduto alla polizia.
L’uomo aveva riservato un’altrettanta calorosa accoglienza anche per i poliziotti. Si è fatto trovare con un fucile in mano trincerato dietro un muro a secco a sbraitare frasi insensate e a intimare di allontanarsi da quella proprietà privata, altrimenti non avrebbe esitato a fare fuoco.
Sono arrivati in supporto altri poliziotti questa volta in divisa e a bordo di una volante per fare meglio comprendere all’uomo che si trattasse di veri poliziotti. Ma lui non ha inteso volerne sapere. Non voleva nessuno nella sua casa. Alcuni agenti, allora, sono riusciti a carpire la sua attenzione e, mentre lo distraevano, altri poliziotti lo hanno bloccato.
Pare che l’uomo farneticasse frasi inconsulte, motivo per cui è stato condotto dai poliziotti in ospedale, dove è stato disposto un Tso. Dai controlli effettuati dagli agenti, che hanno anche effettuato la perquisizione domiciliare, il fucile, che è stato posto sotto sequestro, era una perfetta riproduzione di un’arma autentica, ma si trattava di un fucile ad aria compressa. 

Valentina Raffa