Attualità Ragusa 15/09/2014 12:29 Notizia letta: 4511 volte

Il sindaco Piccitto si fa l'esperto per Facebook

A 2 mila euro al mese
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-09-2014/il-sindaco-piccitto-si-fa-l-esperto-per-facebook-500.jpg

Ragusa - Con la delibera di Giunta n° 370 dell'11 settembre scorso, il sindaco Piccitto, assume per uno o due anni rinnovabili, altri due collaboratori esterni a supporto degli organi di direzione politica, inquadrandoli nella categoria D1, con un trattamento economico conforme alle disposizioni contrattuali di legge.

“E' un incarico fiduciario – spiega la consigliera comunale e portavoce del Laboratorio politico culturale 2.0, Sonia Migliore – ma anche su questo, il sindaco, volendo strafare, procederà con una selezione pubblica che, probabilmente, avrà poi l'esito scontato della nomina del dirigente tecnico, dove vince un candidato, ma viene nominato il secondo! Due incarichi: si tratta di un esperto per la promozione degli eventi culturali e di uno esperto in comunicazione digitale (facebook, twitter e web in genere) per il sindaco”.
Ma “4 nuovi dirigenti a 120 mila euro l'anno e 7 esperti a 2.000,00 euro al mese ognuno – continua la Migliore – non bastavano al sindaco per concludere qualcosa in questo mandato? Non sarebbe più corretto, cordiale ed economico se il sindaco imparasse a comunicare de visu, ricevendo e parlando di persona ai cittadini, piuttosto che utilizzare il web? E poi a cosa gli serve l'esperto per gli eventi, dopo che il suo assessore ha appena speso 265 mila euro per l'Estate Iblea?”

“Per altro, non si capiscono i ruoli di questi esperti ne sappiamo cosa fanno: per esempio, il dr. Antonio Zanotto, esperto in materia ambientale, che, nell'ultima riunione della Commissione per i rifiuti, si è presentato al posto del sindaco ed è riuscito solo a spiegarci che hanno dovuto bandire la gara dei sei mesi più sei, perché: 'suggerito – dichiara Zanotto – dalle forze dell'ordine, in quanto le proroghe sono illegali'. Già è un risultato, visto che l'Amministrazione, in un anno, ne ha date oltre120! Per il resto navighiamo in alto mare ancora dopo 1 anno: nulla di nuovo sulla discarica, che chiuderà il prossimo 22 ottobre; ne sull'ampliamento delle sponde della stessa; sarà obbligatorio, in tal modo, conferire i nostri rifiuti a Motta Sant'Anastasia, con un aggravio dei costi di circa 3 milioni di euro. Soldi che inevitabilmente dovremo pagare con un ulteriore aumento della Tari, già aumentata il 30 luglio scorso di ben 1,5 mln di euro".

“Questa è strategia ormai comprovata, dell' Amministrazione Piccitto: decantano regalini alla cittadinanza, come i 2 milioni della Tasi (e non 5 mln come dice Martorana), dopo aver aumentato le tasse di 11,5 milioni di euro funzionali al famoso tesoretto che si utilizza per assumere e fare spettacoli. Addolciscono la pillola o sollevano artatamente allarmi di "disastri fasulli", così da far digerire il continuo aumento delle tasse: nessuno ha dimenticato le menzogne sugli 86 milioni di euro di debiti e sui 10 milioni di bollette non pagate. L'incapacità a programmare di questa Amministrazione li porta continuamente a mettere "pezze" amministrative con uno sperpero incredibile di danaro pubblico, così come dimostrano, anche,
i continui ricorsi al Tar e le richieste di risarcimento danni (l'ultimo di un milione di euro del Donnafugata Resort per la vicenda di Randello) che piovono sul Comune. L'aumento della spesa pubblica continuo e preoccupante (oltre 4 milioni di euro spesi in più fra il 2013 e il 2014) è un trend che l'Amministrazione Piccitto deve necessariamente ribaltare, perché contrario ai principi attuali della spending review e all'interesse dei cittadini".

"Stigmatizziamo fortemente la gestione "allegra" del sindaco Piccitto e della sua Giunta che, alla luce di tutto ciò, decidono di assumere ancora altri due esperti per la promozione culturale e per il web del sindaco, attingendo continuamente dalle tasche dei ragusani. Sarebbe necessario – conclude la Migliore – che qualcuno mettesse la parola fine a questo continuo sperpero di denaro pubblico e se Piccitto ha bisogno di 4 nuovi dirigenti e 9 esperti per poter sperare di concludere qualcosa in questo mandato, forse è proprio il caso che rassegni le sue dimissioni, lasciando il passo ad un altro sindaco di sicuro più competente e meno esoso”.

Redazione