Lettere in redazione Scicli 16/09/2014 12:04 Notizia letta: 2572 volte

Susino all'on. Digiacomo: No, non mi dimetto

Il sindaco replica all'accusa di buttare la città nello scioglimento
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-09-2014/1410861986-0-susino-all-on-digiacomo-no-non-mi-dimetto.jpg&size=333x500c0

Scicli - Franco Susino: “Registro con serenità le riflessioni fatte dall’On. Giuseppe Di Giacomo dalle colonne del Giornale di Sicilia, di domenica 14 settembre u.s., rilasciate nel corso di un’intervista al giornalista Gianni Nicita, alla conclusione delle quali mi invita alle dimissioni dalla carica di Sindaco.

Comprendo le motivazioni esposte dal parlamentare regionale ma chiaramente non li condivido, nel metodo e merito, per una serie di ragioni:

a) Sono per definizione un garantista per cui rimettendomi in toto nella mani della magistratura attendo le decisioni e non può essere un avviso di garanzia a determinare una decisione che mi costringerebbe a “voltare le spalle” a quanti ho l’onore di rappresentare;

b) Le dimissioni sono una via di fuga che non voglio intraprendere.
L’on. Pippo Di Giacomo, come l’assessore regionale dell’energia e dei servizi di pubblica utilità, Salvatore Calleri, sembra non conoscere lo stato di fatto e quindi l’emergenza che stiamo vivendo e dalla quale, grazie all’opera di persone responsabili e serie, stiamo cercando di uscire fuori con un notevole lavoro amministrativo sul piano economico finanziario. E’ utile ricordarlo a quanti non ne abbiano contezza o fanno finta di non sapere;

c) Valuto che rispetto alla precedente amministrazione, sempre da me presieduta, ho ritrovato il gusto della stare insieme per il bene della collettività.
Le soluzioni ai problemi in atto, che hanno avuto un percorso difficile e ricco di insidie, mi hanno offerto motivazioni e una passione per me sinora desuete.

Ho l’onore e il piacere di lavorare quotidianamente con persone affidabili e degne di grande considerazione con la variante, non trascurabile, che il lavoro è fatto non per salvare l’amministrazione a tutti i costi ma il comune dal disastro finanziario del dissesto.

Un motivo, se mi consente on. Di Giacomo, non emarginabile e non giocabile sul piano della stretta politica. Qui c’è di mezzo la responsabilità di un sindaco e di un’amministrazione per una Città che deve essere governata nel miglior modo possibile.

Tanto Dovevo”.

Franco Susino
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg