Lettere in redazione Scicli 18/09/2014 15:39 Notizia letta: 3445 volte

La fronda Pd si smarca da Cannata

Riceviamo e volentieri pubblichiamo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/18-09-2014/1411047759-0-la-fronda-pd-si-smarca-da-cannata.jpg&size=420x500c0

Scicli - L’atteggiamento di responsabilità istituzionale per garantire che il Comune di Scicli compisse gli atti imprescindibili volti a scongiurare il dissesto finanziario dell’ente assunto dai consiglieri del Partito Democratico in questi mesi è stato doveroso e privo di reali margini di scelta per chi – nell’assolvimento dei propri compiti politici – deve essere sempre guidato da buon senso e fedeltà all’Istituzione che rappresenta.
Come già fatto per l’esitazione degli atti ad esso propedeutici, senza demagogia il gruppo consiliare del Pd deve mantenere tale atteggiamento di responsabilità istituzionale anche nell’approvazione del bilancio 2014 e di tutti quegli ulteriori atti applicativi (riconoscimento di debiti fuori bilancio, transazioni ecc.) del piano di riequilibrio varato dall’ente il 3 settembre 2014, poiché – ormai - è chiaro a tutti che questa è l’unica alternativa per provare ad evitare il fallimento del Comune di Scicli.
Tuttavia dopo l’esito del bilancio 2014, riteniamo che non si possano chiedere ulteriori assunzioni di responsabilità dei consiglieri del Partito Democratico per puntellare i danni che altri amministratori ed altre coalizioni politiche hanno prodotto in questi anni, per chiarezza nei confronti dei cittadini e per rispetto ad un programma di governo autonomo che il Pd non può esimersi dal proporre.
In questo senso - al fine di raggiungere gli obiettivi comuni che ci siamo prefissati e nel rispetto dei ruoli politici da ciascuno svolti - proprio al Segretario politico del nostro partito chiediamo di rilanciare immediatamente l’azione del Partito Democratico di Scicli promuovendo una Segreteria Unitaria, capace di ricomporre le distinzioni manifestatesi durante il congresso.
Ancora, sempre ai superiori fini e nell’ottica di un maggior coinvolgimento della base democratica del Partito ma anche fiduciosi dell’apporto che tanti cittadini ci vogliono dare, proponiamo di istituire un Presidente dell’Assemblea del Pd di Scicli che sappia svolgere un ruolo di garanzia della partecipazione democratica del partito, capace di applicare le regole democratiche di funzionamento del partito.
Consapevoli che spetta al Pd di Scicli capitalizzare il consenso che tanti liberi cittadini gli hanno dato anche alle ultime elezioni europee, quest’area si è riunita con l’obiettivo di contribuire alla realizzazione di un progetto politico nuovo a guida Pd aperto a cittadini, associazioni ed a quanti vorranno aderirvi.

Emilia Arrabito, Bartolo Piccione, Bartolomeo Falla, Gianpaolo Aquilino, Gianni Aprile, Michele Portelli, Marco Causarano, Bartolomeo Donzella, Ivo Occhipinti, Guglielmo Palazzolo, Franco Ragazzo, Ignazio Trovato, Paolo Gambuzza, Eleda Trovato, Salvo Di Maria, Giuseppe Pitrolo, Giuseppe Musumeci, Carmelo Aquilino, Giovanni Garofalo, Enzo Falla, Michele Giavatto, Bartolo Iacono, Carolina Carnemolla, Davide Trovato, Tony Bufardeci, Franco Vanasia, Salvatore Fasciotti.

Lettera firmata