Attualità Scicli 19/09/2014 12:47 Notizia letta: 6053 volte

Crocetta fa la legge Montalbano, lui prende un caffè al bar

Il Commissario diventa Eredità Immateriale
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-09-2014/crocetta-fa-la-legge-montalbano-lui-prende-un-caffe-al-bar-500.jpg

Scicli - Michele Riondino aspetta il ciak a piazza Busacca, in attesa di un caffè che lo farà incontrare con una "persona informata dei fatti".

C'è stato un delitto a Scicli-Vigata, un omicidio, al quartiere San Bartolomeo, e il commissario Montalbano indaga. Anche quando è al bar.

Intanto a Palermo, l'uomo delle frittate, Rosario Crocetta, è arrivato a più miti consigli.

"Proporrò un disegno di leggero grado di tutelare la produzione de commissario Montalbano e con essa tutte quelle produzioni strutturate in Sicilia che abbiano carattere ciclico”.

Dopo le minacce di trasferire in Puglia il set della celebre fiction trasmessa da Rai 1, la Regione siciliana corre ai ripari. A parlare è il governatore Rosario Crocetta che, il giorno dopo la telefonata col produttore della Palomar Carlo Degli Esposti, ieri ha convocato lo staff della presidenza e della segreteria generale, gli assessori al Turismo e all'Economia, legislativo e legale, per pianificare una nuova strategia a sostegno dell'industria dell'audiovisivo.
«Gli strumenti tradizionali dei bandi generici sul cinema -ha affermato Crocetta - mal si conciliano con le esigenze a tutela del patrimonio culturale che rappresenta per la Sicilia la produzione di Montalbano, ormai conosciuta in tutto il mondo, e che viene ripetuta da anni senza mai avere avuto alcun supporto finanziario pubblico. Non possiamo assolutamente rischiare di perdere tale patrimonio e faremo immediatamente la nostra parte». Crocetta ha anche precisato che sarà riservata una particolare attenzione per tutte «quelle produzioni che oltre a valorizzare i luoghi della Sicilia, ne esaltino la cultura della legalità, della trasparenza e abbiano un forte valore artistico e culturale». Come la fiction "Il commissario Montalbano", che l'assessore regionale al Turismo Michela Stancheris ha proposto di inserire nel Registro delle eredità immateriali di Sicilia (Rei).
 

"Faremo richiesta - ha annunciato l'assessore Stancheris - della terza tranche dei fondi previsti dall'Accordo di programma quadro "Sensi contemporanei". Metteremo tutto neo su bianco i in una delibera che lunedì sarà portata in Giunta". 

La palla passa al Cipe, organismo titolato ad erogare i fondi. Servono 20 milioni di euro.

Redazione