Cronaca Ragusa 23/09/2014 11:07 Notizia letta: 4814 volte

Evade per un hamburger, arrestato

E' Massimiliano Ragona
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-09-2014/1411463280-0-evade-per-un-hamburger-arrestato.jpg&size=889x500c0

Ragusa - I militari dell’aliquota radiomobile della compagnia carabinieri di Ragusa hanno arrestato in flagranza per il reato di evasione un ragusano ieri sera verso le 21.00. Il 37enne ragusano pregiudicato Massimiliano Ragona è evaso tra le 16.00 e le 16.30 dal domicilio ov’era stato rinchiuso in stato d’arresto qualche giorno addietro per i reati di furto e truffa. Immediate sono partite le ricerche in tutta la parte alta di Ragusa.

La centrale operativa del comando provinciale carabinieri ha coordinato le attività di ricerca sul territorio e diramato la descrizione del soggetto evaso e la sua fotografia. Il fuggiasco infatti era a piedi poiché privo di auto e i militari ritenevano improbabile ne avesse potuta procurare una, ipotizzando pertanto che non potesse essere andato molto lontano.

E così è stato. Mentre nel corso del pomeriggio e della prima sera le ricerche sono state infruttuose, poco prima delle nove un’autopattuglia dell’aliquota radiomobile, fermandosi – per scrupolo – a controllare l’interno di un noto fast food di viale delle americhe. In coda alla cassa, di spalle, una persona perfettamente rispondente alla descrizione fornita dalla centrale, maglia a righe orizzontali, pantaloni chiari… i militari, avvicinatisi e chiamatolo per nome lo hanno riconosciuto con certezza. Domandatogli che cosa ci facesse lì, l’indagato ha candidamente risposto che aveva appena finito di cenare e che era in attesa di ritirare il gelato. Anzi, quando i due carabinieri gli hanno detto che era in arresto, non ha battuto ciglio, solamente ha chiesto di poter ritirare e consumare il suo gelato, quasi fosse l’ultimo desiderio del condannato.

Accompagnato in caserma in stato d’arresto per il reato di evasione, il Ragona è stato sottoposto a rilievi fotosegnaletici. Nel corso delle operazioni ha ammesso di essere evaso per potersi mangiare un hamburger in santa pace poiché gli era impossibile farselo portare a casa, non facendo servizio di consegne a domicilio il noto fast food.

I militari, informato il pubblico ministero dott. Gaetano Scollo, hanno nuovamente sottoposto l’indagato agli arresti domiciliari, nella speranza che inizi a preferire la pizza agli hamburger…

Redazione