Cronaca Modica 23/09/2014 21:02 Notizia letta: 2841 volte

Modica, in manette spacciatore tunisino

A San Paolo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-09-2014/modica-in-manette-spacciatore-tunisino-500.jpg

Modica - La Squadra Mobile, Squadra Volanti, Unità Cinofile e agenti Commissariato di Modica hanno passato al setaccio ogni vicolo di Modica, in particolar modo gli uomini della Questura di Ragusa su disposizione del Questore, Gammino, si sono dedicati ai luoghi dove abitualmente si recano spacciatori ed assuntori di stupefacenti e grazie alle Unità Cinofile hanno tratto in arresto il pluripregiudicato Saddam Mejri,tunisino di 23 anni e residente a Modica.
I controlli avevano come obiettivo primario il quartiere San Paolo mediante perquisizioni e controlli delle unità cinofile provenienti dalla Questura di Catania. Particolare attenzione è stata dedicata alle case disabitate che spesso vengono temporaneamente occupate da persone senza fissa dimora e possono diventare luogo dove facilmente si può occultare la droga e quindi meta dei giovani assuntori.
Alle 19 di sabato, personale della Polizia di Stato ha effettuato una riunione operativa per stabilire le modalità di intervento sugli obiettivi già individuati dal Questore unitamente ai Dirigenti delle articolazioni impegnate nel servizio di controllo straordinario.
Sono bastati pochi minuti di briefing, poi subito in strada, 12 pattuglie tra Volanti ed auto civetta della Squadra Mobile, poi ancora Polizia Scientifica di Modica insieme ai cani “Alan” e “Giagus” hanno controllato palmo a palmo il quartiere San Paolo in una prima fase, per poi passare al centro storico, Ccorso Umberto e Piazza Matteotti, così come altre perquisizioni sono state fatte in tutto il territorio modicano.
Dopo neanche 45 minuti dall’inizio del servizio i primi esiti positivi dei controlli straordinari, “Alan” durante una perquisizione all’interno di una casa abbandonata occupata da Mejri, ha fiutato che all’interno c’era della sostanza stupefacente e nonostante fosse piena di rifiuti ed oggetti di ogni tipo sparsi per casa gli Ufficiali ed Agenti di Polizia Giudiziaria hanno trovato 65 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e denaro provento dell’attività di spaccio.
Inizialmente l’arrestato era molto tranquillo credeva di farla franca perché in quella confusione e con quegli odori il cane secondo lui non avrebbe trovato nulla ma così non è stato e quando ha visto che stava fiutando nel posto giusto, ha provato a fuggire lanciandosi dal balcone da un’altezza di 4 metri ma sotto ha trovato altri agenti che avevano circondato la casa e quindi è stato prontamente ammanettato e condotto all’interno della Volante. L’uomo è un noto pregiudicato tunisino che vive a Modica da diversi anni e che è stato arrestato in precedenza per svariati reati, soprattutto inerenti gli stupefacenti.
Contemporaneamente un altro gruppo di investigatori si sono recati a “Modica Alta” dove a seguito di perquisizioni domiciliari e di veicoli sono stati denunciati altri due giovani perché trovati in possesso di hashish occultato all’interno del vano motore di uno scooter. Impossibile da trovare se non grazie a “Giagus” che ha fiutato due pezzi di hashish pronti per la vendita, permettendo di così di denunciare all’Autorità Giudiziaria i due detentori.

Redazione