Cronaca Ispica 28/09/2014 10:14 Notizia letta: 3625 volte

Bracciante agricolo con l’hobby del furto, arrestato

Un rumeno 28enne
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-09-2014/1411892072-0-bracciante-agricolo-con-lhobby-del-furto-arrestato.jpg&size=400x500c0
Ispica - I militari della Stazione Carabinieri di Ispica hanno arrestato, in via Monti Peloritani, Binca Iosif, 28 anni, originario della Romania ma di fatto domiciliato ad Ispica, già conosciuto alle forze dell’ordine per reati specifici, sorpreso mentre tentava di rubare all’interno di alcune autovetture parcheggiate.
Infatti, nella tarda serata di giovedì, i Carabinieri di Ispica, impegnati in un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere, nel transitare in via Monti Peloritani, notavano la presenza di un uomo che, con fare sospetto, si aggirava tra le autovetture parcheggiate.

È bastato poco ai militari dell’Arma per capire le cattive intenzioni dell’uomo; infatti, da li a breve, veniva sorpreso mentre tentava di forzare la portiera di un’autovettura parcheggiata ma, prontamente, veniva fermato e bloccato dai Carabinieri.

Sul luogo del reato, i militari dell’Arma di Ispica appuravano che il reo aveva già forzato diverse auto in sosta e ne aveva rovistato i cassetti portaoggetti nel vano tentativo di trovare qualche cosa da asportare.

Proprio nei giorni scorsi alcune persone avevano segnalato di aver trovato le proprie autovetture rovistate all’interno, pertanto, i Carabinieri della Compagnia di Modica avevano predisposto, già da qualche sera, diversi servizi di pattuglia per il controllo del territorio al fine di verificarne gli autori.

Giovedì sera il responsabile veniva rintracciato ed arrestato dai Carabinieri di Ispica che, inoltre, dopo essere stato sottoposto a perquisizione, veniva trovato in possesso di un grosso coltello da cucina di circa 30 cm con la lama a punta che, successivamente, veniva posto sotto sequestro.

Dopo gli accertamenti di rito, i Carabinieri dichiaravano in stato di arresto il Gentile che veniva messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ragusa.

Le indagini dei Carabinieri proseguiranno per verificare se l’uomo stava agendo da solo oppure se era in compagnia di eventuali complici.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif