Attualità Ragusa

I 50 anni di sacerdozio di don Leggio

Celebrati dal Vescovo Urso

Ragusa - La solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Ragusa, mons. Paolo Urso, ha caratterizzato, ieri sera, nella chiesa dell’Ecce Homo, la ricorrenza liturgica della Madonna del Rosario.

L’appuntamento, però, ha avuto un doppio significato speciale per la comunità dei fedeli. Infatti, è stato festeggiato pure il cinquantesimo anniversario di ordinazione sacerdotale di don Carmelo Leggio, parroco emerito dell’Ecce Homo. Il vescovo ha parlato dell’importanza della figura del sacerdote, della sua speciale vocazione, della necessità, per quest’ultimo, di sapere condurre una vita di ascolto, sia degli insegnamenti di Gesù Cristo, sia delle varie esigenze della società odierna, sempre più problematica. Il parroco della chiesa dell’Ecce Homo, Giovanni Bruno Battaglia, ha posto l’accento, facendo riferimento a padre Leggio, alla bellezza di una vita donata a Cristo nel servizio ai fratelli, giorno dopo giorno, senza mai un segnale di stanchezza e con una serenità che ancora oggi è possibile riscontrare nel suo viso. Intanto, i festeggiamenti in onore della Madonna del Rosario, sostenuti anche dalla Bapr e dall’Ecipa Ragusa, ente di formazione della Cna, proseguono. Domani, giovedì 9 ottobre, è la giornata della vita religiosa all’insegna del motto “Vivere per la speranza”. Alle 19, la messa vespertina sarà presieduta dal sacerdote Pietro Giarracca, cappuccino. Alle 20, nel contesto delle varie attività ricreative proposte per quest’anno, si terrà la quinta edizione della gara podistica del labirinto, in notturna per le vie del quartiere. Venerdì 10 ottobre, sarà celebrata la giornata della comunità con la santa messa delle 19 che sarà presieduta dal sacerdote Gianni Mezzasalma. Sempre alle 19, saranno accese le luminarie a cura della ditta “Illuminarte” di Massimo Firullo. Alle 20, nel salone parrocchiale, spazio alla compagnia teatrale “Eccoci qua” che presenterà la commedia “Curri quantu vuoi, ca ca t’aspiettu”. Sabato 11 ottobre, giornata della famiglia, le varie iniziative saranno vissute all’insegna del motto “La passione della speranza”. Alle 19 la santa messa sarà presieduta dal sacerdote Enrico Arena. Nel contesto dell’appuntamento religioso ci sarà la benedizione delle famiglie. Alle 19,30 è in programma l’apertura della fiera del dolce mentre alle 20,30 si terrà la sagra del gusto ibleo, con la degustazione di prodotti tipici locali a cura di “Spesa Mia 2” di Salvatore Campo. E’ prevista anche una serata musicale che sarà curata dal gruppo “New Pentagramm horchesta” e una gara di ballo tra i partecipanti.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif