Appuntamenti Modica 12/10/2014 19:36 Notizia letta: 4098 volte

Casa degli Avi, una riflessione sul turismo

Il 18 ottobre alle 18
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-10-2014/1413135432-0-casa-degli-avi-una-riflessione-sul-turismo.jpg&size=752x500c0

Modica - Appuntamento culturale fissato per sabato 18 ottobre, alle ore 18,00 presso le Case degli Avi in Via Roma 53, nuovo spazio culturale polifunzionale nel quartiere alto della città di Modica.
SI-Moutique ed IngegniCultura presentano una tavola rotonda sul tema ”Il riuso delle unità abitative storiche e nuova offerta culturale turistica a Modica”, con la partecipazione del Sindaco di Modica Ignazio Abbate, di Mario e Simona Incatasciato, dello storico dell’arte Paolo Nifosì, di Michele Trimarchi ordinario di economia della cultura presso le università di Bologna e della Tuscia, di Ezio Occhipinti direttore dell’albergo e dell’ospitalità diffusa di Scicli.
Modererà i lavori il giornalista Giuseppe Savà.
L’intento degli organizzatori è quello di intravedere per il territorio di Modica proposte culturali-turistiche che puntino su una forma di città dalle radici forti, proiettata verso orizzonti dinamici.
In pratica una nuova lettura dell'offerta culturale come struttura urbana che connetta la storia passata con gli orientamenti futuri, attraverso il riuso delle unità abitative storiche, costituite in forme organizzate tipo distretti, che attraggano nuovi residenti o viaggiatori . In pratica ambienti dal richiamo ancestrale per quei “nuovi viaggiatori” del XXI secolo volti a riscoprire i “luoghi dell’anima” salvati dalle invasive e moderne urbanizzazioni degli ultimi 50 anni e ove l’elemento umano residuo ha mantenuto maggiori rapporti con la ritualità e l’immobilità delle antiche culture rurali.
In questo ragionamento saranno preziosi i contributi del professore Trimarchi, esponente doc del popolo “I care about culture”, del prof. Paolo Nifosì attento studioso e conoscitore della storia artistica e architettonica del Val di Noto, di Ezio Occhipinti geniale interprete di politiche innovative nell’ambito ricettivo turistico, di Simona Incatasciato specialista in economia del recupero e della valorizzazione dei beni culturali.
Nel corso della serata, Mario Incatasciato, presidente di IngegniCultura, presenterà il Museo diffuso “Murika, racconti di pietra”,con brand SI- Moutique,che avrà come filo conduttore la pietra di Modica e le realizzazioni tramite essa e rappresenterà una sorta di viaggio nel tempo e nella storia della città. L’ecomuseo “Murika” uno scrigno costituito dalle Case degli Avi in grado di dare asilo e di racchiudere in sé l’essenza e l’identità di un luogo,Modica, non limitandosi a coglierne l’aspetto più visibile costituito dall’ambiente naturale ma andando a scandagliarne lo spirito, indagandone usi, costumi, rovistando nella sua eredità ,così come si fa nei vecchi bauli conservati in soffitta. In pratica una sublimazione degli intenti etnografici dei vari De Bonstetten, Hazelius e filantropi tardo romantici.
Ed in questa nuova sinergia territoriale e progettuale , il ruolo di IngegniCultura sarà ancora quello di continuare a produrre stimoli,fermenti ed occasioni per una “cultura diffusa” in città e non solo.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg