Attualità Ragusa 13/10/2014 14:01 Notizia letta: 8128 volte

Teresa Cilia, io tronista per amore

A Uomini e Donne
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-10-2014/teresa-cilia-io-tronista-per-amore-500.jpg

Ragusa - 27 anni, tronista, ex vetrinista.
Teresa Cilia, ragusana, cerca l’uomo della sua vita, e lo fa andando in tv, a Uomini e Donne, su Canale 5.
L’anno scorso, da corteggiatrice, ci aveva provato con Tommaso Scala, ma le andò male.
Non si arrese, e partecipò a Temptation Island, nel quale come tentatrice doveva mettere a rischio la stabilità di una coppia. «Ma non faceva per me: sono stata male, ho pianto quando ho capito a che cosa stavo andando incontro perché non vorrei che qualcuno facesse a me quello che stavo facendo», confessa Teresa a La Sicilia, sicura che la televisione non farà parte del suo futuro.
«So che può sembrare una contraddizione, ma la ribalta mediatica non m'interessa. A parte il fatto che non sono portata, i miei 27 anni mi rendono già anziana: ho rifiutato diverse offerte da parte di televisioni locali. A Uomini e donne ho continuato perché credo nella finalità del programma e sono convinta che mi abbiano scelta perché sono spontanea», sottolinea Teresa.
«Avevo sempre fatto la vetrinista, la mia vita era perfetta. Non mi interessava nemmeno trovare un fidanzato, avevo alle spalle due storie andate male: una adolescenziale con un ragazzo siracusano dai 14 ai 18 anni e un'altra con un napoletano dai 21 ai 23, finita perché secondo me mi tradiva - racconta -. Poi un tumore all'utero che ero sicura di avere, anche se mi dicevano che ero visionaria: sono dovuta scappare da Ragusa a Palermo per dimostrare che avevo ragione; l'intervento, la chemioterapia e la perdita del lavoro mi hanno fatta cambiare».
Non è cambiato, invece, l'amore per la Sicilia e per Ragusa. «Amo la mia terra e sono forte e determinata, peccato che in questo periodo qui si fatichi a trovare lavoro. Mi dispiace solo per quella pecca ragusana che è l'invidia: la mia partecipazione a queste trasmissioni ha fatto "parlare" parecchio e spesso non in maniera positiva. Per fortuna - sottolinea - ho l'appoggio di tutta la mia famiglia. Non c'è più papà morto per un tumore quando avevo 3 anni, ma mamma, i miei fratelli e i miei sette nipoti non hanno mai avuto da ridire sulle mie scelte».
«Cosa è cambiato nella mia vita? Che adesso spesso mi offrono il caffè dovunque vada. Per il resto quasi nulla, non esco spesso, non frequento discoteche o luoghi di ritrovo».
E se non dovessi trovare l'amore? «Penso che cadrei in depressione, per me sarebbe davvero una grande delusione».

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg