Attualità Firenze 25/10/2014 21:07 Notizia letta: 3560 volte

Dipasquale se la fa con Renzi alla Leopolda

E con lui Crocetta
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-10-2014/dipasquale-se-la-fa-con-renzi-alla-leopolda-500.jpg

Ragusa - Un’intensa giornata di confronti e lavoro quella che ha caratterizzato la presenza dell’on. Nello Dipasquale alla Leopolda di Firenze. Un momento teso all’avvio di una fase destinata ad approfondire argomenti chiave come i fondi strutturali e di coesione europea con l’obiettivo di rilanciare il Sud. Un’azione su cui lo stesso Dipasquale, assieme ad altri esponenti politici, si è confrontato questo pomeriggio con Graziano Delrio, sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei Ministri, sottolineando la necessità di arrivare alla copertura economica di progetti strategici. In più riprese al tavolo del confronto è intervenuto anche l’on. Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia, che ha cercato di ribadire la necessità di attivare un percorso diretto tra Stato e Regione, più di quanto finora fatto. Idee, progetti, azioni. Dalla Leopolda escono interessanti proposte per rimettere in moto l’Italia e dunque anche la Sicilia. Energie da attivare tutti insieme così come richiesto più volte dal premier Matteo Renzi proprio perché, come spiega il claim della manifestazione, “il futuro è solo l’inizio”. “Ho voluto partecipare accogliendo l’invito di Renzi ad essere presenti alla Leopolda – commenta l’on. Dipasquale che si è già formalmente iscritto al Partito Democratico – Si intende raggiungere proprio l’obiettivo del confronto sulle future azioni da mettere in campo per l’Italia e per la nostra isola. Con il presidente Crocetta abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con il sottosegretario di Stato, Delrio, e a lui abbiamo già sottoposto alcune tematiche che necessitano del sostegno del Governo nazionale per trovare soluzioni. Sul tema dei fondi strutturali in pochi mesi il Governo regionale ha già creato un’inversione di tendenza, cercando di orientare opportunamente la spesa, evitando gli sprechi, cambiando un sistema che nel passato ha creato solo un vergognoso e dannoso clientelismo. Una rivoluzione che, contro tutto e tutti, anche contro il fuoco amico, il presidente Crocetta alla Regione, e il premier Renzi alla guida del Governo nazionale, stanno cercando di portare avanti”.

Redazione