Attualità Vittoria

Polizia: donne rumene denuncino

Un reato senza denunce

Vittoria - Sono state definite «le schiave» romene per le violenze sessuali subite durante il loro lavoro nelle serre nel ragusano. A farne le spese sarebbero state le donne arrivate dall’Est. Per bloccare i soprusi che spesso rimangono senza colpevoli, a Vittoria poliziotti in divisa sono andati nei luoghi frequentati abitualmente dalle braccianti romene per invitare le vittime degli stupri a denunciare i loro aguzzini. «Non bastano accuse generiche - dice il dirigente del commissariato di Vittoria Rosario Amarù - ma occorrono fatti circostanziati, testimonianze, prove». Per proteggere le donne a rischio la questura di Ragusa ha elaborato una preliminare campagna informativa e preventiva. Obiettivo è quello di convincere le donne romene «che le forze dell’ordine sono a loro completa disposizione, per aiutarle a sottrarsi alle vessazioni, alle molestie anche sessuali sul posto di lavoro». «Abbiamo preparato un volantino - aggiunge Amarù - semplice, con un messaggio immediato in lingua romena per invogliare le donne a collaborare in modo che il fenomeno degli eventuali abusi sessuali possa essere circoscritto e debellato».

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif