Attualità Ragusa 05/11/2014 21:31 Notizia letta: 2844 volte

Bullismo, attivato numero verde in Prefettura

E per denunciare gli spacciatori
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-11-2014/bullismo-attivato-numero-verde-in-prefettura-500.jpg

Ragusa -  Nella conferenza stampa tenuta nella mattinata odierna dal Prefetto Vardè, unitamente ai vertici delle forze territoriali di polizia, a conclusione della Riunione Tecnica di Coordinamento Interforze finalizzata all’approfondimento delle strategie di prevenzione e contrasto dello spaccio delle sostanze stupefacenti e dei fenomeni di bullismo negli istituti scolastici - in attuazione delle determinazioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che si è svolto il 15 ottobre scorso alla presenza di tutti i dirigenti scolastici della provincia - è stato reso noto che è già operativo il numero verde dell’utenza telefonica dedicata alla quale studenti, genitori, insegnanti ed gli altri soggetti interessati potranno inviare un sms per segnalare situazioni di spaccio di stupefacenti e di bullismo rilevati all’interno e nelle immediate adiacenze delle scuole ovvero nei luoghi abitualmente frequentati dai giovani.
Si tratta di uno strumento alla portata di chiunque, voluto dal Ministero dell’Interno, per contrastare, con la garanzia di massima protezione soprattutto per i minori, il fenomeno del bullismo e dello spaccio di stupefacenti e per elevare il livello di efficacia di tale azione ricorrendo a forme di comunicazione di comune e facile approccio per inviare alle Forze di Polizia segnalazioni di interesse.
Il numero attivato per tale servizio - gratuito per gli utenti - è il 43002 e consentirà di trattare con modalità protette, nei limiti della vigente normativa, le segnalazioni che perverranno alla Centrale operativa della Questura, per gli immediati interventi da parte della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.
Il messaggio sms dovrà contenere all’inizio l’indicazione della provincia nella quale si è verificato l’evento da segnalare (esempio: Ragusa 43002). Tuttavia, nel caso in cui sms sia carente di tale indicazione della provincia, il sistema prevede l’invio automatico al segnalante di un messaggio di risposta con il quale sarà richiesto questo specifico elemento, vale a dire la provincia ove si verifica l’episodio.
Al fine garantire il massimo successo dell’iniziativa ed elevare il livello di efficacia del progetto, come è noto, sono stati sensibilizzati tutti i dirigenti scolastici a fare opera di massima diffusione della citata utenza telefonica e di ogni attività utile alla migliore divulgazione di tale innovativo sistema di comunicazione, anche attraverso l’utilizzo di volantini/adesivi da esporre nelle apposite bacheche scolastiche.
Anche le associazioni del volontariato sono invitate a voler contribuire al buon esito della stessa mediante la loro rete per una capillare diffusione dell’utilizzo di tale sistema sms ed attraverso i mezzi di comunicazione ed interazione sociale maggiormente frequentati dai giovani (Internet, con particolare riferimento ai social network ed ai siti web).

Redazione