Pozzallo 15/11/2014 15:03 Notizia letta: 5402 volte

Pozzallo, tre rapine in due giorni, preso

Salvatore Mermina
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-11-2014/1416060181-pozzallo-tre-rapine-in-due-giorni-preso.jpg&size=500x500c0

Pozzallo - In soli due giorni ha compiuto tre rapine a mano armata in altrettanti esercizi commerciali di Pozzallo, si tratta di Salvatore Mermina, 43enne, originario della provincia di Siracusa ma domiciliato a Pozzallo, già noto alle forze dell’ordine e sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.
Tutto è iniziato nella serata di lunedì 10 novembre, ai Carabinieri della Stazione di Pozzallo è giunta una richiesta di intervento da parte di un esercente commerciale che, intorno alle 20.10, era stato rapinato, all’interno del proprio negozio,

da un uomo con passamontagna che, sotto la minaccia di un coltello, si faceva consegnare il denaro contenuto nella cassa, circa 300 euro, per poi dileguarsi.
Raccolti i primi elementi del fatto, i militari dell’Arma hanno diramato immediatamente la descrizione del rapinatore a tutte le pattuglie sul territorio.
Nel corso delle ricerche dell’uomo, una pattuglia veniva fermata da un’altra commerciante che riferiva che, poco prima, intorno alle ore 20, un soggetto travisato ed armato di coltello si era introdotto nel proprio negozio ed aveva tentato di rapinarla ma veniva messo in fuga senza rubare nulla.
Questo secondo episodio ha permesso ai Carabinieri di acquisire ulteriori elementi e, pertanto, trovare delle analogie con l’altra rapina perpetrata.
La stessa scena si è ripetuta a distanza di qualche giorno, infatti, nella serata di mercoledì 12 novembre, intorno alle 20.15, un uomo, travisato da passamontagna ed armato di coltello, entrava in un panificio di Pozzallo e tentava di rapinare l’incasso della giornata ma, grazie alla pronta reazione del proprietario dell’esercizio commerciale, veniva messo in fuga.
Nel frattempo, raccolti dall’ultimo episodio ulteriori elementi descrittivi del soggetto, i Carabinieri proseguivano le indagini che permettevano di restringere il campo e quindi tracciare l’identità del rapinatore.
Infatti, grazie alle riprese di alcune telecamere di sorveglianza ed agli elementi raccolti a seguito dei fatti, i Carabinieri ne hanno individuato alcuni tratti caratteristici del soggetto e li hanno ricondotti alla persona di Salvatore Mermina.
Visti gli esiti dell’attività d’indagine, nel corso della serata di ieri, i Carabinieri hanno eseguito una perquisizione presso l’abitazione del sospettato rapinatore e, infatti, nell’occasione, hanno rinvenuto, nascosti in un mobile, i materiali utilizzati per le diverse rapine perpetrate.
Infatti, i militari dell’Arma hanno sottoposto a sequestro due passamontagna con tre fori artigianalmente realizzati all’altezza di occhi e labbra, un coltello da cucina, due giubbotti, un paio di scarpe ed uno zaino, materiali indossati dall’uomo durante le rapine.
Nell’occasione i Carabinieri hanno dichiarato in stato di arresto il Mermina che dovrà rispondere dei reati di rapina aggravata continuata e di violazione agli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale.
Al termine delle formalità di rito, il rapinatore, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso la Procura di Ragusa, veniva tradotto in carcere.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg