Attualità Scicli 25/11/2014 04:16 Notizia letta: 7284 volte

Le ultime ore di Scicli

Tutti Interdetti? Un articolo di Franca Antoci su La Sicilia
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-11-2014/le-ultime-ore-di-scicli-500.jpg

Scicli - Lasceranno il Comune il prossimo 30 novembre e consegneranno le chiavi della stanza al primo piano del municipio dove hanno certosinamente controllato atti e documenti. Il viceprefetto Caterina Munutoli, il capitano Salvatore Cannizzo e il comandante la Compagnia dei carabinieri di Modica Edoardo Cetola, la triade di commissari incaricati lo scorso mese di luglio dal prefetto Vardé di decidere sull'eventuale scioglimento per mafia del Comune di Scicli, hanno terminato il lavoro. In silenzio, con rigore e senza lasciare mai trapelare alcuna informazione, avevano chiesto una proroga fino al 18 gennaio 2015. Invece, anticipano i tempi e terminato il loro lavoro di indagine sono ora nelle condizioni di rendicontare al prefetto, al ministro dell'Interno Alfano e al Consiglio dei ministri, presieduto da Matteo Renzi.
Non è dato sapere, vista la riservatezza impenetrabile che ha avvolto il lavoro degli inquirenti, l'esito della profonda e meticolosa attività ispettiva. Sul tavolo non possono che esserci due ipotesi: o la triade ha appurato che a Scicli sono garantite le condizioni di democrazia e di legittimità, o ha accertato l'esistenza di infiltrazioni mafiose. Questo determinerebbe lo scioglimento d'urgenza per mafia, con decreto del Consiglio dei Ministri, e interdizione dai pubblici uffici di un'intera classe politica. Bisognerà attendere ancora una settimana per sapere se la storia si ripete. Intanto, la triade ha acquisito le bozze di nuova pianta organica sottoposta dal sindaco Susino, dai suoi assessori e dal gruppo dei consiglieri alle organizzazioni sindacali. Un atto importante, assunto in un momento delicato per la vita dell'ente, con significative novità nell'organizzazione della mappa degli oneri e degli onori. Un atto che va inserito nella cappa scesa da mesi su Palazzo di città che, giorno dopo giorno, vive momenti grami all'interno e all'esterno respirando un clima diffuso di diffidenza e preoccupazione generale. E la conclusione del lavoro della triade, se da un lato metterà un punto fermo, dall'altro aprirà comunque un nuovo scenario: la giunta Susino, una parte del Pd e i consiglieri responsabili che li affiancano, potranno proseguire il loro cammino? Di sicuro, Domenico Corso potrà interrompere lo sciopero della fame.

Franca Antoci
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg