Attualità Roma 27/11/2014 00:14 Notizia letta: 101 volte

Piace l'arancino di Joseph Micieli su Rai Uno

Alla Prova del Cuoco
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-11-2014/piace-l-arancino-di-joseph-micieli-su-rai-uno-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-11-2014/1417043951-1-piace-l-arancino-di-joseph-micieli-su-rai-uno.jpg&size=667x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-11-2014/piace-l-arancino-di-joseph-micieli-su-rai-uno-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-11-2014/1417043951-1-piace-l-arancino-di-joseph-micieli-su-rai-uno.jpg

Roma - Il vero street food siciliano. La sintesi del sole del mare, di una terra che trae dalla tradizione tutta la sua forza. Nell’arancino di pesce di Joseph Micieli, venerdì in diretta nel programma Rai La prova del cuoco, c’era tutto questo. L’impeto delle onde di Punta Secca, il borgo marinaro nel quale il giovane, 26 anni appena, opera come chef, proprio tra i fornelli del suo ristorante, Scjabica, e che ogni giorno gli regala stimoli e ispirazione, elementi necessari per progredire nel suo percorso di preparazione. I profumi di Sicilia nella cucina del mezzodì della rete ammiraglia della tivù di Stato, al cospetto di una Antonella Clerici tentata dalla pietanza che, nell’immaginario del mondo, rappresenta l’intera Trinacria. Joseph Micieli ha tirato fuori l’asso dalla manica, rivisitando una ricetta risalente coniugandola, però, ai sapori della rete e del pescato del giorno. Una scelta dal successo immediato, che ha consentito all’estroso professionista di approdare alle fasi successive del confronto tra giovani chef provenienti da tutta Italia che cercano di dire la loro in televisione a suon di mestoli e intingoli. E, a giudicare dal risultato, la mossa non poteva che essere la migliore del caso. E’ stato il camarinense Micieli, infatti, a vincere nella gara in cucina con un altro cuoco di professione, il torinese Alessandro Giagnetich. Tutti bravi, ma per il giudice di turno nessun dubbio: ha vinto la Sicilia, ha vinto il gusto onesto e sincero delle cose fatte con semplicità e con grande rispetto per la materia prima, senza trascurare quel tocco di ricercatezza e stravaganza che, quando si tratta di mangiar bene e sano, non guastano mai.

Alessia Cataudella
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg