Cronaca Santa Croce Camerina 30/11/2014 18:35 Notizia letta: 8929 volte

Andrea è stato ucciso. Di mattina

Omicidio volontario
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-11-2014/andrea-e-stato-ucciso-di-mattina-500.jpg

Santa Croce Camerina - Ora si cerca uno zaino blu, varipinto, con gli spallacci gialli. 

E' l'oggetto che potrebbe raccontare molte cose sulle ultime ore di Andrea. 

La Procura di Ragusa formalizza l'ipotesi più drammatica aprendo un fascicolo contro ignoti per omicido volontario. Una precauzione, secondo i magistrati, in attesa dei risultati definitivi dell'autopsia.

Secondo il primo esame sul corpo, Andrea Loris Stival, 8 anni, trovato morto ieri nelle campagne di Scoglitti, sarebbe morto diverse ore prima del ritrovamento. Quando il personale del 118 è arrivato, a quanto si è appreso dopo l'autopsia, presentava un rigor mortis avanzato. Ciò fa presupporre che il decesso possa essere avvenuto in tarda mattinata. Secondo indiscrezioni, il piccolo avrebbe fatto un volo di circa 3 metri all'interno di un canalone in cemento. Gli esiti ufficiali dell'autopsia non sono stati resi noti, l'esame non è concluso e proseguirà domani. Di certo, finora non ha risolto il giallo della morte.

Gli inquirenti di Polizia e Carabinieri di Ragusa hanno acquisito le immagini registrate dalle telecamere di ben 30 esercizi commerciali di Santa Croce Camerina.
Le prime immagini che gli inquirenti hanno visionato sono quelle del sistema di sorveglianza di un panificio. Le prime rilevazioni, quindi, confermano la versione fornita dalla madre, ovvero dopo aver lasciato il piccolo Andrea a scuola, ha accompagnato all'asilo l'altro figlio di 4 anni.

Man mano che il tempo passa appare sempre più improbabile che il piccolo sia arrivato da solo nel luogo dove è stato trovato morto, a tre chilometri da Santa Croce Camerina: qualcuno ce lo ha portato.

Intanto sale anche la tensione: la madre di Andrea, distrutta da dolore, ha aggredito verbalmente i giornalisti intimando loro di andar via. I genitori di Andrea Loris Stival hanno compiuto un veloce sopralluogo in Contrada Mulino Vecchio di Santa Croce Camerina dove ieri è stato trovato morto il loro figlio di 8 anni. Accompagnati dalla polizia hanno attraversato la campagna per osservare da vicino il canalone. Dopo una decina di minuti sono andati via: lei in lacrime sorretta dal marito. Non hanno voluto parlare con i cronisti.

Tra le altre ipotesi c'è anche quella di un gioco tra ragazzi finito male tra quelle al vaglio degli investigatori. Il corpo del bambino presenta una ferita con un piccolo ematoma alla testa, nella zona occipitale, ma per gli investigatori non è detto che sia la causa della morte e che la lesione sia avvenuta prima del decesso del piccolo. L'autopsia in corso chiarirà questi primi dubbi.

La madre del bambino, che ha raccontato di averlo accompagnato ieri a pochi metri dal cancello della scuola di Santa Croce, dove il piccolo però non è stato visto da compagni e maestre, ha riferito agli investigatori che Andrea era solito frequentare ragazzini più grandi di lui. Gli investigatori - che ribadiscono di non escludere alcuna pista - stanno quindi valutando anche l'ipotesi di un gioco finito male: i ragazzi, spaventati da un eventuale incidente, potrebbero avere nascosto il corpo tra le canne del canalone in cui è stato ritrovato ieri pomeriggio. L'unico elemento che sembra avere certezza è che Andrea non è andato lì con i suoi piedi, e che qualcuno, vivo o morto, ce l'abbia portato.

Le indagini intanto proseguono "porta a porta": gli investigatori stanno ascoltando tutte le persone che ieri potrebbero avere visto o notato Andrea, o altri ragazzini, nelle zone del paese e delle campagne dalle quali il piccolo potrebbe essere passato prima di sparire. E fanno un appello a tutti coloro che potrebbero avere visto qualcosa a chiamare il 112 o il 113 per aiutare a risolvere questa morte ancora avvolta nel mistero. Una donna avrebbe notato il piccolo Andrea in paese intorno alle 9,10, e secondo quanto riferito il piccolo non aveva con sé lo zainetto, che gli investigatori stanno infatti cercando. I familiari di Andrea sono chiusi in casa, e questa mattina hanno ricevuto la visita del governatore Rosario Crocetta.

Gli investigatori stanno approfondendo anche le circostanze del ritrovamento: l'uomo che ha notato per primo il corpo del bambino ha raccontato di essere stato sollecitato dalla moglie a unirsi alle ricerche, e sarebbe andato a cercare in una zona in cui va spesso a caccia, trovando il corpicino. Nello stesso momento in cui l'ha trovato, ha avvisato una volante della polizia che stava passando dalla stradella vicina al canalone, che aveva notato l'auto del cacciatore ferma con lo sportello aperto. Un racconto al vaglio degli inquirenti come tutti quelli che possono aggiungere elementi utili all'indagine.

Intanto il sindaco di Santa Croce, Franca Iurato, che ha proclamato il lutto cittadino, dice che "Non è corretto parlare di orco senza avere in mano alcun elemento. Ciò che è accaduto è senza dubbio qualcosa di grave e bruttissimo, ma è contro l'intelligenza parlare di orco in questo momento. Stiamo aspettando il risultato del'autopsia - aggiunge - e questo è solo il momento di stringersi attorno alla famiglia, soltanto dopo l'esame del medico legale si potranno fare altre considerazioni".

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg